Pestano camionista con mazza da baseball e lo rapinano: le indagini incastrano gli autori

giovedì 18 aprile 2019

Le indagini della polizia del commissariato di Galatina ha portato all’arresto di due persone e alla denuncia di un terzo complice per rapina aggravata e lesioni personali.

Avevano assalito un camionista, rapinandolo di denaro e cellulare, dopo averlo colpito con una mazza da baseball: finiscono nei guai gli autori, incastrati dalle indagini portate avanti dagli agenti del commissariato di Galatina.

Si tratta, nello specifico, di tre soggetti: un 31enne e un 18enne del posto, finiti in manette per rapina aggravata e lesioni personali, e di un altro complice 31enne, denunciato perché solo autista nell’azione criminosa, per gli stessi reati.

La rapina si era consumata nell’area di servizio Eni di Galatina, sulla strada per Gallipoli, l’8 marzo scorso: la banda era arrivata in zona a bordo di una vettura. Qui, il 31enne arrestato era salito a bordo di un camion parcheggiato, costringendo il proprietario a sganciare la motrice e a consegnare soldi (10 euro) e il cellulare. L’uomo aveva tentato di opporre resistenza, costringendo il 31enne a scendere dal camion e inseguendolo con una mazza da baseball.

Con l’aiuto del complice, il 31enne, però, riusciva a sottrarre la mazza dalle mani del camionista e colpirlo prima di darsi alla fuga sulla vettura guidato dal terzo della banda.

Le indagini sono state complesse ed articolate anche perché il 31enne, poi arrestato, si era nascosto in una casa a Gallipoli dove è stato trovato dai poliziotti di Galatina: sempre il 31enne veniva segnalato al prefetto per detenzione per uso non terapeutico di circa 7 grammi di marijuana.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
22/07/2019
Accade a Torre Castiglione, con un’operazione della ...
Cronaca
22/07/2019
Ladri d’appartamento, provenienti dal barese, sono ...
Cronaca
22/07/2019
Il Tribunale di Roma ha rigettato la domanda giudiziaria ...
Cronaca
22/07/2019
L’episodio è accaduto a Talsano: ...
Il ginecologo Fabrizio Totaro Aprile, attivo nell’Unità Operativa dell’Ospedale “Vito ...
clicca qui