Supermercati aperti durante il ponte pasquale, sindacati proclamano lo sciopero

giovedì 18 aprile 2019

Appello affinché non si lavori nei giorni festivi: “Il commercio nelle festività non è indispensabile e dal 2012 ad oggi non ha creato nuova occupazione”.

In una lettera inviata alle aziende e alle associazioni datoriali Federdistribuzione, Confcommercio e Confesercenti, i segretari generali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil di Puglia, rispettivamente Barbara Neglia, Antonio Arcadio, Giuseppe Zimmari ribadiscono la “contrarietà alle aperture dei negozi, supermercati, Iper e Centri Commerciali in prossimità delle festività nazionali e chiedono il rispetto dei valori espressi nelle festività civili e religiose, per le persone e le famiglie intere. Nonostante le promesse elettorali e i diversi disegni di legge presenti in parlamento -aggiungono i sindacati di categoria- dobbiamo riscontrare che l’azione del Governo si è inspiegabilmente fermata, continuando a lasciare mano libera alle multinazionali del settore con le aperture dei centri commerciali.

Non è accettabile l’atteggiamento intrapreso dalle aziende della Grande Distribuzione Organizzata, dalla Confcommercio, dalla Confesercenti e Federdistribuzione che hanno di fatto peggiorato le condizioni di lavoro e vita familiare dei lavoratori e delle lavoratrici”.

Nella lettera si rilancia l’appello affinché non si lavori durante quei giorni perché il commercio nelle festività non è indispensabile e dal 2012 ad oggi non ha creato nuova occupazione. “Le lavoratrici e i lavoratori i giorni di Pasqua, Pasquetta, Festa della Liberazione e la Festa dei Lavoratori li devono trascorrere con le loro famiglie – aggiungono Neglia, Arcadio, Zimmari –. La nostra protesta continua per restituire diritti e dignità sottratti in nome di una liberalizzazione che doveva portare aumento del Pil ma che di fatto ha determinato tanti abusi e soprattutto tanto precariato, ritenendo indispensabile una regolamentazione delle aperture per restituire ai territori una sostenibilità reale”.

I sindacati proclamano, a livello regionale in Puglia, in tutti i centri commerciali, negozi, supermercati e ipermercati delle aziende e cooperative associate alle associazioni datoriali, uno sciopero per l’intero turno di lavoro nei  giorni 21, 22 e 25 Aprile e 1° Maggio “per i lavoratori che hanno la prestazione festiva nel turno di contratto individuale di lavoro mentre invitiamo i lavoratori che non hanno la prestazione festiva nel contratto individuale di lavoro a non dare la propria disponibilità ad effettuare la prestazione in quanto non obbligatoria”.

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
16/08/2019
A darne notizia è Coldiretti Puglia: alberi ...
Economia e lavoro
15/08/2019
I presidenti regionali di Fratelli d’Italia e ...
Economia e lavoro
14/08/2019
Aiuti agli olivicoltori, crisi agrumicola e dei vivaisti, ...
Economia e lavoro
13/08/2019
Coldiretti Puglia lancia l’allarme sugli effetti negli allevamenti: meno 15% di ...
Dopo il caso di Bibbiano, si è acceso un faro sugli affidi in tutta Italia. Abbiamo ascoltato un professore ...
clicca qui