Parabita, minacce ai commissari e ai candidati: il Prefetto convoca riunione delle forze di polizia

mercoledì 17 aprile 2019

Presi di mira Andrea Catandori, Sebastiano Giangrande, Gerardo Quaranta e il candidato sindaco Marco Cataldo.

Una lettera di minacce ai commissari straordinari del Comune di Parabita e intimidazioni a un ex consigliere, possibile candidato sindaco: un clima grave sta interessando il paese salentino quando manca qualche giorno alla presentazione delle liste per le prossime amministrative di maggio. Per questo è stata convocata una Lecce una riunione tecnica di coordinamento delle forze di polizia con il Prefetto Maria Teresa Cucinotta.

Nel messaggio intimidatorio, recapitato in municipio in una busta nella mattinata di ieri, rivolta ai commissari Andrea Catandori, Sebastiano Giangrande e Gerardo Quaranta si legge: “Chi si fa i cazzi suoi, campa 100 anni. Un amico”.

Preso di mira anche Marco Cataldo, ex consigliere comunale di minoranza tra il 2010 e il 2015 e uno dei candidati sindaci nelle elezioni del prossimo maggio: in una busta, un manifesto funebre con il suo nome e cognome, il quarto recapitato negli ultimi tempi.

Un anno fa una lettera in greco antico, contenente brani del quarto episodio della tragedia greca “Agamennone” di Eschilo, era stata inviata ad Alberto Cacciatore, segretario Udc ed esponente della minoranza nel consiglio comunale di Parabita.

Le prossime elezioni faranno uscire dalla gestione commissariale il consiglio comunale, sciolto nel 2017 per infiltrazioni mafiose. La riunione si terrà nella sede del Comune, venerdì prossimo, alle ore 10.

“Esprimo la mia solidarietà nei confronti di Marco Cataldo e dei commissari prefettizi di Parabita -ha dichiarato Carlo Salvemini, ex sindaco di Lecce-, bersagli di un grave tentativo di intimidazione legato ai rispettivi ruoli politici e amministrativi. Mi auguro che sull’episodio gravissimo che li ha interessati possa presto essere fatta piena luce. Vorrei far giungere il mio incoraggiamento a Marco e a quanti a Parabita si stanno impegnando in prima persona per consentire a quella comunità di superare il difficile momento che è seguito allo scioglimento del Consiglio comunale”.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/05/2019
In una conferenza stampa illustrate le novità del ...
Cronaca
23/05/2019
Il rogo intorno alle 2 in pieno centro abitato. Probabile ...
Cronaca
23/05/2019
Nuovo colpo di scena nell’intricata stagione della ...
Cronaca
23/05/2019
In entrabi i casi i malcapitati hanno riportato solo lievi ferite.   Due ...
Un paziente già operato, se prenota a marzo, nel pubblico deve attendere fino a luglio: eppure la risonanza ...
clicca qui