Carne e formaggi conservati male, metà dei lavoratori in nero: maxi multa a locale

martedì 16 aprile 2019

Lavoratori in nero, e alimenti in cattivo stato di conservazione: sanzione e sequestri in un locale del capoluogo salentino.

Controlli nell’ambito del servizio “Periferie sicure” a Lecce: verifiche da parte dei carabinieri di Cavalllino, con l’ausilio del Nas e del Nil di Lecce, con l’ausilio della Compagnia di Lecce, in un locale del capoluogo, il cui amministratore unico è un 30enne, originario dello Sri Lanka, ma residente a Lecce.

In particolare veniva contestata dal Nucleo antisofisticazione e Sanità l’assenza di rintracciabilità alimentare che portava al sequestro di 12 kg di formaggi vari, di una carcassa di ovino da 27 kg e alla multa da 1500 euro; inoltre, si contestava il cattivo stato di conservazione delle carni, le carenze strutturali e igieniche e i requisiti d’igiene con sanzione amministrativa da 1000 euro.

Il nucleo dell’ispettorato del lavoro, invece, contestava l’occupazione di metà del personale in nero (due su quattro), elevando una multa da 2mila euro più una maxi sanzione di 6mila euro; per la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro, la mancata visita medica dei dipendenti, scattava un’ammenda penale di 1.228,51 euro. In tutto, insomma, quasi dodicimila euro di sanzioni amministrative per l’esercizio commerciale e il suo responsabile. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
17/02/2020
È accaduto nel tardo pomeriggio a San Donato di Lecce. Si valuta il trasferimento ...
Cronaca
17/02/2020
Piero Blonda era da qualche mese nell’emisfero ...
Cronaca
17/02/2020
Yari Castelluzzo è stato accompagnato in carcere: i ...
Cronaca
17/02/2020
L’episodio è accaduto questa mattina nella Casa circondariale di ...
Nell’ultima versione del DSMV (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) il DOC (disturbo ossessivo ...
clicca qui