Abusi sui figli minori, su un'altra bimba e violenze sull'ex moglie: condannato padre "orco"

lunedì 15 aprile 2019

È la decisione assunta dai giudici della prima sezione penale del Tribunale di Lecce, che hanno accolto le richieste della pm Mininni.

È stato condannato a 24 anni e sei mesi di reclusione il 50enne di Maglie, reo di violenza sui figli minori, su una loro amichetta e sulla ex moglie: è la decisione assunta e maturata dai giudici della prima sezione penale del Tribunale di Lecce, che hanno accolto le richieste della pm Stefania Mininni.

Il padre orco e marito violento, infatti, finisce condannato per violenza sessuale aggravata dall’età minore, per lesioni personali, minacce aggravate, atti persecutori e spaccio di droga. L'uomo ha perso anche la potestà genitoriale nei confronti dei figli e una volta espiata la pena avrà il divieto di avvicinamento per un anno a luoghi frequentati da minori.

I giudici hanno anche stabilito il risarcimento del danno in favore della mamma dell’altra piccola vittima, assistita dall’avvocatessa Simona Mancini e della madre dei due minori, difesa dal legale Selene Mariano. Per quest’ultima e per i suoi due figli, il collegio ha disposto una provvisionale complessiva di 150mila euro.

Il 50enne era stato arrestato l'anno scorso ma le violenze, stando alla ricostruzione degli inquirenti, sarebbero state reiterate per anni in un contesto socio-culturale altamente degradato. I fatti risalirebbero al 2008, con le prime molestie ai danni della figlioletta e poi quelle al fratellino, approfittando dell’assenza della moglie, spingendosi poi ad abusare anche di un’amichetta della piccola.

Sono state le vittime, in sede di incidente probatorio, a confermare gli abusi alla presenza di una psicologa. Vittima delle violenze dell’uomo anche l’ex moglie, spesso picchiata quando il marito era in preda ai fumi dell’alcol.

L’avvocatessa Mariano, che difende gli interessi dell’ex moglie dell’uomo e dei suoi figli, parla di sentenza esemplare. L’imputato è difeso dall’avvocatessa Germana Greco: una volta depositate le motivazioni di questa sentenza, con ogni probabilità, presenterà ricorso in Appello. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
23/10/2019
La violenza si sarebbe consumata a Nardò nel luglio scorso.   Avrebbe ...
Cronaca
22/10/2019
Il blitz in casa dei due a Tricase ha consentito di ...
Cronaca
22/10/2019
L’incidente poco dopo le 13 sulla strada che collega ...
Cronaca
22/10/2019
La criminalità ha un altissimo tasso di ...
Sovrappeso e obesità sono grandi problemi che colpiscono sempre più bambini (con percentuali preoccupanti ...
clicca qui