Nuovo Maestro concertatore della Notte della Taranta, l'annuncio in diretta da Mosca

lunedì 15 aprile 2019

La presentazione del cast e del nuovo Maestro concertatore sarà in diretta mercoledì 17 alle 18 dall'Ambasciata d’Italia a Mosca. 

L'annuncio del nuovo Maestro concertatore dell'evento più tipicamente salentino arriverà da lontano, da Mosca per la precisione. Mercoledì 17, alle 18, il cast del concertone finale della ventiduesima edizione del festival de La Notte della Taranta, in programma il 24 Agosto a Melpignano, sarà presentato ufficialmente nella sala stampa della sede dell'Ambasciata italiana a Mosca. Saranno inoltre annunciati i primi ospiti chiamati a reinterpretare alcuni brani della tradizione musicale salentina.
Oltre al maestro concertatore di questa edizione, interverranno: 

Sergeii Cheromin, Ministro degli Esteri e delle Relazioni economiche Internazionali del Governo di Mosca; Pasquale Terraciano, Ambasciatore italiano a Mosca; Michele Emiliano, Presidente Regione Puglia; Loredana Capone, Assessore Industria Turistico culturale Regione Puglia; Massimo Manera, Presidente Fondazione La Notte della Taranta.

Nel corso della conferenza stampa è prevista l’esibizione di un delegazione di musicisti e ballerini dell’Orchestra Popolare e del Corpo di Ballo de La Notte della Taranta.

Parteciperanno inoltre: Daniele Durante, Direttore artistico Concertone; Luigi Chiriatti, Direttore artistico Festival; Stefano Minerva, Presidente Provincia Lecce ; Roberto Casaluci, Presidente Unione dei Comuni della Grecìa salentina; Ivan Stomeo, Sindaco di Melpignano.

La conferenza stampa sarà trasmessa in diretta da Mosca (ore 17:00, ora legale italiana) su www.lanottedellataranta.it

Altri articoli di "Eventi"
Eventi
19/04/2019
Apre durante le festività pasquali, dal 19 aprile al ...
Eventi
17/04/2019
Dopo le contaminazioni con jazz, rock, blues, elettronica ...
Eventi
16/04/2019
L’evento si svolgerà a Monteroni, Muro ...
Eventi
11/04/2019
Oggi prima giornata di appuntamenti: musica, live, mostre e ...
Secondo uno studio pubblicato su Neurology questo disturbo aumenterebbe i decessi cardiovascolari oltre a causare una ...
clicca qui