Porto Cesareo supera l’esame degli ispettori: area specialmente protetta del Mediterraneo

giovedì 11 aprile 2019
Gli ispettori internazionali Aspim, Aree marine specialmente protette d’importanza mediterranea, confermano all’area marina protetta di avere i requisiti: Porto Ceareo è tra le 10 AMP italiane che gode del riconoscimento.

Esame superato a pieni voti. L’area Marina Protetta di Porto Cesareo ha ricevuto ancora il placet degli ispettori Aspim, superando la revisione pluriennale per il mantenimento del iconoscimento internazionale di area specialmente protette d’importanza mediterranee.

“Sostenere la collaborazione tra Paesi del Mediterraneo (Italia, Algeria, Tunisia, Albania e Slovenia) per la gestione sostenibile ed efficiente delle Aree marine specialmente protette d’importanza mediterranea (Aspim)” spiegano dall’Amp, “è infatti uno degli obiettivi principali del programma di sviluppo e rafforzamento per una gestione efficace delle Aree specialmente protette del mar mediterraneo, piano tra l’altro è bene evidenziarlo finanziato dal ministero delle politiche Ambientali, della tutela e delle risorse del mare. Il programma Aspim, gestito dal Piano di azione per il Mediterraneo delle Nazioni Unite, il cui Centro di attività regionale per le aree specialmente protette è stato istituito a Tunisi nel 1985, mira a sostenere la gestione sostenibile delle Aspim del Mediterraneo, o delle potenziali candidate Aspim, attraverso attività di cooperazione e scambio. Più specificamente” aggiungono, “condividendo le migliori pratiche di gestione e monitoraggio tra Aspim e Amp (aree marine protette), implementando lo sviluppo delle capacità dei gestori di queste aree, coinvolgendo la società civile, impostando una piattaforma collaborativa tra le Aspim esistenti e future. Proprio nell’ambito di questo programma L’Amp Porto Cesareo ha ospitato nei giorni scorsi 3 esperti di settore, un professionista sloveno, un francese e Leonardo Tunesi funzionario dell’Ispra”.

“Siamo felici, orgogliosi e soprattutto soddisfatti di aver superato brillantemente il monitoraggio Aspim” ha dichiarato il direttore Paolo D’Ambrosio “segno evidente di un gran lavoro di squadra. Porto Cesareo è una delle 10 Amp d’Italia che gode di questo prestigioso ed importante riconoscimento internazionale che premia non solo i principali aspetti di gestione della riserva ma soprattutto le politiche e le pratiche si sostenibilità delle biodiversità presenti”.

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
23/07/2019
L’esposto integra quello già presentato nel maggio scorso: richiesto il ...
Ambiente
19/07/2019
Coldiretti Puglia commenta il rapporto ...
Ambiente
18/07/2019
Presentato in Regione il progetto di mitigazione del ...
Ambiente
18/07/2019
Bottiglie di vetro, copertoni e anche una bicicletta sono ...
Con un cartello si congela un servizio utilissimo, che era inserito dal Ministero della Salute nel circuito degli ...
clicca qui