Indagato Michele Emiliano, inchiesta sui pagamenti per la corsa alle Primarie Pd

giovedì 11 aprile 2019

Il Governatore ha annunciato in Procura la violazione del segreto istruttorio.

Michele Emiliano, e il suo capo di gabinetto, Claudio Stefanazzi, insieme a tre imprenditori sono indagati dalla Procura di Bari. La vicenda ruoterebbe intorno ad una fattura da 65mila euro pagata da due imprenditori baresi ad una agenzia di comunicazione che ha curato la campagna elettorale del presidente della Regione per le primarie del Pd del 2017. I reati contestati a vario titolo sono induzione indebita a dare o promettere utilità, abuso di ufficio e false fatture.

“Ho denunciato ieri alla Procura della Repubblica una violazione del segreto istruttorio - ha annunciato Emiliano- sono infatti venuto a conoscenza lunedì scorso che sarei stato oggetto, successivamente, di una attività di acquisizione di documenti e dati da parte della GdF in relazione ai finanziamenti percepiti in occasione della mia campagna per le primarie del Pd del 2017. La fuga di notizie in piena violazione del segreto istruttorio precisava ulteriori fatti e circostanze. Avere appreso preventivamente di atti giudiziari che poi effettivamente si sono svolti cosi come mi era stato anticipato mi ha molto colpito e mi auguro che tale circostanza consenta alla Procura della Repubblica di Bari di accertare sino in fondo la verità a tutela mia personale, della funzione da me esercitata, e soprattutto della comunità che rappresento”.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
19/05/2019
I ragazzi sono stati identificati grazie ai filmati dei ...
Cronaca
18/05/2019
L'uomo, di origini rumene, è stato arrestato in ...
Cronaca
18/05/2019
I due soggetti di Vernole sono stati arrestati dopo la ...
Cronaca
18/05/2019
Arriva la riconferma per Roberta Altavilla. Polemica da parte del gruppo di Antonio ...
Un progetto realizzato dal Bambino Gesù con la Onlus La Stella di Lorenzo, ha avviato gli screening ...
clicca qui