Invecchiamento attivo, Regione approva la legge. Spi Lecce: "Punto di partenza"

mercoledì 10 aprile 2019

Ieri l’approvazione all’unanimità nel consiglio regionale della Puglia della legge sull’invecchiamento attivo. Lo Spi Lecce aveva raccolto da solo 3mila firme a sostegno della proposta. 

È stata approvata ieri all’unanimità nel consiglio regionale pugliese la proposta di legge di iniziativa popolare sull’invecchiamento attivo, presentata da Cgil, Cisl, Uil e dalle categorie dei pensionati delle sigle sindacali. Un risultato che genera la soddisfazione del sindacato pensionati italiani della Cgil di Lecce, Ninì De Prezzo: “Anche i sindacati leccesi – afferma -, in particolare Spi, Fnp e Uilp, hanno dato un importante contributo nella raccolta di firme per la presentazione della proposta di legge su ‘Invecchiamento attivo e in buona salute’. Sono state oltre 6mila le firme raccolte in provincia di Lecce sulle 31mila sottoscrizioni che hanno accompagnato la legge. Solo lo Spi Cgil Lecce ne ha raccolte oltre 3mila”.

“L’approvazione della legge all’unanimità da parte del consiglio regionale – spiega - è solo un punto di partenza: ora la norma deve camminare con gambe sicure in tutte i territori. Per far ciò serve un impulso importante da parte delle istituzioni, dei Comuni e dei dieci Ambiti di Zona”.

La legge, in un articolato composto da soli 11 articoli, mira a valorizzare l’invecchiamento attivo e in buona salute dei cittadini della Puglia, dando un sostegno concreto alle famiglie che preferiscono prendersi cura degli anziani nel contesto domiciliare, in modo particolare, nella fase di maggiore necessità assistenziale e sanitaria, con lo scopo dichiarato di assicurare migliori condizioni e alleggerire così il “peso” della longevità o della malattia.

“La normativa – evidenzia De Prezzo - si propone, altresì, di sostenere l’anziano nella sua vita attiva, successiva alla cessazione dal lavoro e al suo stato di pensionato, programmando interventi per la salute, i corretti stili di vita, la formazione permanente, il turismo, lo sport e il tempo libero”.

 

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
19/04/2019
Settimana di protesta: oggi il presidio dei lavoratori nel ...
Economia e lavoro
18/04/2019
Il candidato sindaco di Sinistra Comune ha presenziato al ...
Economia e lavoro
18/04/2019
Il Governo taglierà 300 milioni in tutta Italia ...
Economia e lavoro
18/04/2019
Appello affinché non si lavori nei giorni festivi: ...
Mangiare abbondantemente è tipico di questi periodi di festa, ma, se la Pasqua ci ha già messi KO, ...
clicca qui