Rete oncologica pugliese a Lecce: domani la presentazione a sindaci e cittadini

mercoledì 3 aprile 2019

La Rete Oncologica Pugliese (ROP) è ormai a regime, l’Unità di Coordinamento della Rete (UCooR) ha varato i COrO (Centri di Orientamento Oncologico) e il regolamento per stabilire percorsi e mansioni.

Regione Puglia, AReSS, ROP e FAVO Puglia, la federazione che riunisce le associazioni dei volontari impegnati in oncologia, illustreranno i contenuti della Rete, l’organizzazione, il funzionamento e le modalità di accesso durante l’incontro in programma giovedì 4 aprile 2019, alle ore 16, nell’Open Space (piano terra) del Comune di Lecce.

L’incontro è rivolto alla cittadinanza, addetti ai lavori ma anche ai sindaci dei Comuni del territorio, poiché per il funzionamento della ROP è vitale la collaborazione con le Istituzioni, le associazioni, i medici di famiglia, gli specialisti e gli operatori sanitari.

La rete, infatti, oltre ad essere uno strumento efficace per evitare i “viaggi della speranza”, rappresenta attraverso i COrO lo snodo fondamentale per la presa in carico dei pazienti, evitando lunghe attese e spostamenti da una struttura all’altra, anche per il solo disbrigo di pratiche burocratiche. Un notevole risparmio di tempo e risorse per il paziente e per i familiari che lo assistono. Altro aspetto di particolare rilevanza è la definizione dei Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali (PDTA) per ciascuna delle principali patologie tumorali (polmone, prostata, mammella, colon retto, utero) in ambito oncologico regionale.

All’evento leccese saranno presenti il Commissario del capoluogo dr. Ennio Mario Sodano, il Prefetto di Lecce dr.ssa Maria Teresa Cucinotta e il Vice-Prefetto dr.ssa Marilena Sergio. La Rete Oncologica Pugliese sarà rappresentata da Gianmarco Surico (Coordinatore Operativo UCOOR), da Gaetano Di Rienzo (Coordinatore DIOnc – Salentino – Lecce), da Ettore Attolini dirigente AReSS Puglia, dalla presidente AIOM Puglia Silvana Leo e dal presidente dell’OMCeO Lecce, Donato De Giorgi.

Interverranno Rodolfo Rollo Commissario Straordinario della ASL Lecce, il vice-presidente FAVO Francesco Diomede e la presidente del Comitato Consultivo Misto dell’ASL di Lecce, Rita Tarantino. A moderare la presentazione sarà Marcello Stefanì Coordinatore FAVO Puglia. Dopo l’illustrazione della Rete, seguirà un momento di dibattito aperto ai cittadini, alle Associazioni e ai professionisti della salute.

Il Dipartimento Integrato di Oncologia (DIOnc) dell’Area Salentina

Il Dipartimento Integrato di Oncologia è il punto di riferimento dell’Area Salentina, che comprende l’intero territorio della ASL Lecce e l’Ente Ecclesiastico Ospedale “Panico “di Tricase.

Il modello organizzativo della Rete è una novità assoluta nell’organizzazione sanitaria regionale e ha comportato la creazione di nuovi organismi a livello sia regionale che nelle singole ASL. Il Dipartimento è coordinato dal dr. Gaetano Di Rienzo, Direttore dell’U.O.C. di Chirurgia Toracica dell’Ospedale “Vito Fazzi”, e ne è presidente il dr. Rodolfo Rollo, Commissario Straordinario della ASL Lecce.

Il DIOnc è titolare della regia e del coordinamento di tutte le attività oncologiche di area medica, chirurgica, territoriale e sociale che si svolgono nel proprio ambito territoriale e opera sulla base dei programmi formulati dall’Unità di Coordinamento Regionale. Svolge attività di indirizzo e supporto nei confronti di tutte le strutture, sia ospedaliere sia territoriali.

Del Dipartimento fanno parte le Unità Operative di Oncologia, i Gruppi di Patologia Interdisciplinari e i Centri di Orientamento Oncologico (COrO). Quest’ultimi sono stati localizzati in cinque strutture ospedaliere: Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, Ospedale “Cardinal Panico” di Tricase, Ospedale “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli, Ospedale “Veris Delli Ponti” di Scorrano e Ospedale “Francesco Ferrari” di Casarano. Diverse, in un’ottica multidisciplinare, sono le figure professionali impegnate all’interno del COrO: oncologo, infermiere care manager, psicologo, assistente sociale, personale amministrativo con competenze in elaborazione dati e personale volontario.

Come funziona il sistema: una risposta per ogni paziente

È stato istituito un numero verde regionale al quale rivolgersi in caso di sospetta malattia tumorale. Il numero verde, poi, indirizza la chiamata al COrO di competenza. Il paziente (o il medico curante) quindi entra in contatto con il Centro e viene preso in carico. Il COrO predispone tutti gli esami necessari per la diagnosi specifica, attivando una agenda prioritaria per il paziente oncologico, in modo che tutte le indagini da eseguire (ad esempio TAC, PET, esami endoscopici e istologici, ecc…) vengano effettuati con corsia preferenziale e senza pagamento ticket. Il COrO interagisce con i gruppi multidisciplinari di patologia presenti nelle aree ospedaliere interessate. Completato l’iter diagnostico, il paziente viene indirizzato alla struttura ospedaliera più vicina per i trattamenti del caso.

Numero Verde Regionale - 800185003

Centri di Orientamento Oncologico (COrO) Area Salentina - contatti

Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce – 329 3190451

Ospedale “Francesco Ferrari” di Casarano - 329 3190452

Ospedale “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli - 329 3190453

Ospedale “Veris Delli Ponti” di Scorrano - 329 3190454

Ospedale “Cardinal Panico” di Tricase – 0833 1830657

Giovedì 4 aprile 2019 - ore 16

Comune di Lecce – sala Open Space (piano terra) 
Altri articoli di "Sanità"
Sanità
11/07/2019
Ha interrotto farmaci e pasti per due volte ma l'esame ...
Sanità
04/07/2019
Presidi Sanitari Estivi già attivi dal 15 giugno scorso. Varato il programma ...
Sanità
03/07/2019
Dall’Asl Lecce assicurano che i macchinari torneranno ...
Sanità
03/07/2019
Il consigliere regionale di Direzione Italia, Luigi Manca, chiede all’Asl di non ...
Nel reparto di Chirurgia plastica (ma non solo) ogni estate è una lotta per evitare di allungare le liste ...
clicca qui