Crolli nell'edificio Adisu di via Brenta: "Carenze nella manutenzione straordinaria"

martedì 2 aprile 2019

Sull’episodio di ieri interviene l’Università del Salento che chiarisce quanto accaduto. Plesso immediatamente chiuso.

A proposito di quanto accaduto presso la sede ADISU di Lecce nelle scorse ore, l’Università del Salento precisa quanto segue: “Il Responsabile tecnico dell’Adisu ha comunicato all’Amministrazione universitaria che in data odierna è stata accertata la caduta dall’alto di parti di intonaco e copri ferro dall’intradosso del solaio dell’aula ED1 del plesso in via Brenta, suggerendo per questo l’adozione di misure di sicurezza. L’evento sembra ascrivibile a possibili carenze nella manutenzione straordinaria, non imputabili quindi all’Università del Salento, che non è proprietaria dell’immobile”.

“Con l’obiettivo di salvaguardare l’incolumità di tutti coloro che frequentano quella sede – si precisa -, è stata disposta l’immediata chiusura del plesso e lo spostamento delle attività in altre sedi. L’Adisu ha assicurato che saranno effettuati interventi urgenti per ripristinare la sicurezza, necessaria per il riavvio delle attività. Il Rettore dell’Università del Salento Vincenzo Zara ha tuttavia invitato il direttore generale Donato De Benedetto a individuare ogni soluzione organizzativa possibile per non utilizzare, anche in futuro, la sede di via Brenta”.

“L’attenzione per la sicurezza degli studenti è massima, il monitoraggio degli edifici universitari è stato ulteriormente intensificato”. Lo assicura il Rettore dell’Università del Salento Vincenzo Zara a proposito delle rimostranze dei rappresentanti degli studenti per l’episodio avvenuto nelle scorse ore nel plesso ADISU in via Brenta, con caduta di parti di intonaco e copri ferro.

«Quando si parla di edilizia e manutenzione è importante garantire prioritariamente la sicurezza», continua Zara, «ma anche la vivibilità degli ambienti e quindi il benessere degli studenti e, più in generale, degli utenti che frequentano le varie sedi. Per questa ragione non abbiamo mai etichettato come “ingiuste” o “esagerate” le osservazioni dei nostri studenti, né minimizzato gli eventi a volte incresciosi come quelli dei giorni scorsi nelle nostre strutture. Ribadisco quanto detto dal Direttore Generale Donato De Benedetto in quell’occasione: nell’ambito del Piano per il Sud sono stati già programmati interventi di ristrutturazione, che necessitano di tempi congrui e per i quali ovviamente saranno avviati interventi immediati per evitare, nelle more dell’inizio dei lavori, il ripetersi dei fenomeni riscontrati. A questo scopo il monitoraggio è stato ulteriormente intensificato, con il massimo impegno sia della Ripartizione Tecnica e Tecnologica sia del Servizio di Prevenzione e Protezione. All’esito di questo monitoraggio, il Consiglio di Amministrazione deciderà sul finanziamento degli interventi ritenuti indifferibili, che avranno priorità assoluta rispetto a qualunque altra iniziativa o attività prevista nell’Ateneo».

 

In queste ore, intanto, si sta lavorando allo spostamento delle attività didattiche erogate in via Brenta presso altre sedi UniSalento. 

Immagine di repertorio. 

Altri articoli di "Università"
Università
14/04/2019
Originario del Pakistan è arrivato in Italia quando ...
Università
08/04/2019
A Ecotekne pronti gli spazi per le attività di ...
Università
06/04/2019
Il ciclo di incontri organizzato dal professor Oronzo ...
Università
28/03/2019
“Tre anni senza Giulio. Il processo Regeni, i diritti umani e la ricerca sociale ...
Secondo uno studio pubblicato su Neurology questo disturbo aumenterebbe i decessi cardiovascolari oltre a causare una ...
clicca qui