Nanotecnologie per il restauro di Sant'Oronzo, domani i test a Palazzo Carafa

lunedì 1 aprile 2019
L'innovativa tecnica di recupero sarà eseguita dall'azienda milanese "4ward360" su una porzione di superficie bronzea. 

L’azienda di Milano “4ward360” effettuerà domani martedì 2 aprile alle 10 al Comune di Lecce un trattamento su una porzione in bronzo della statua di S.Oronzo, per dimostrare come l’intervento conservativo nanotecnologico possa essere determinante per salvaguardare la statua negli anni.

“Terminato il restauro sulla porzione di lamiera di Bronzo della statua di S.Oronzo di Lecce, ora è tempo del trattamento conservativo nanotecnologico al fine di garantire nel tempo il mantenimento delle condizioni ottenute a seguito del restauro”. A dirlo annunciando che “Dopo aver testato i prodotti, - spiega Ray Bondin, ambasciatore emerito dell’Unesco- nelle prossime settimane sarà ultimato il restauro conservativo e grazie alle nanotecnologie siamo sicuri che la statua potrà essere adeguatamente tutelata. Sono molti i monumenti che avrebbero bisogno di interventi conservativi. “Abbiamo effettuato diversi sopralluoghi per verificare la reale condizione della statua al fine di avere più informazioni possibili e porre i presupposti ideali per intervenire in maniera precisa su tutte le porzioni del monumento– aggiunge Sabrina Zuccalà, amministratore “4ward360 - i formulati prodotti da 4ward360 sono assolutamente ecologici, biologici e atossici. Anche in questo caso sono stati studiati specificamente dai propri laboratori sulla base delle informazioni contenute nella scheda tecnica dei prodotti utilizzati per il restauro della statua del Santo. Questa prassi è simile al percorso compiuto insieme al compianto ex assessore ai Beni Culturali della Regione Sicilia, Sebastiano Tusa, per la conservazione del Relitto Navale di Marausa, grazie anche al contributo del nostro comitato scientifico, di cui fa parte il prof. Franco Fazzio esperto Restauratore laureto presso ISCR di Roma”. Nei giorni scorsi, inoltre, il Premier Giuseppe Conte in visita a Lecce proprio nell'Istituto Cnr, ha sottolineato l’importanza dell’utilizzo di queste tecniche e della ricerca in vari campi e, in relazione ai contenuti della sua intervista l'azienda lombarda presenterà nelle prossime settimane un progetto dedicato all’innovazione e sviluppo sul territorio.

Altri articoli di "Arte e archeologia"
Arte e archeologi..
12/06/2019
Taglio del nastro dopo i lavori curati dalla Soprintendenza ...
Arte e archeologi..
08/06/2019
Nel video, realizzato dal progetto europeo Dive in history, si vede il lavoro di tutela ...
Arte e archeologi..
07/06/2019
Dopo 150 anni di storia, il museo più antico di ...
Arte e archeologi..
27/05/2019
La mostra è l'ultimo di step di un lungo lavori di catalogazione e recupero ...
Rimuovere le corde vocali intaccate dal tumore e utilizzare una protesi costosissima, tecnologicamente ...
clicca qui