Scappa sul terrazzo e minaccia il suicidio per sfuggire all'arresto: salvato e condotto in carcere

lunedì 25 marzo 2019

Un 44enne di Copertino ha minacciato di buttarsi dal terrazzo per evitare l’arresto da parte dei carabinieri. Con l’intervento del comandante della locale Tenenza, l’uomo ha desistito ed è stato condotto in carcere.

Ha minacciato il suicidio solo per sfuggire alle manette il 44enne, arrestato nel pomeriggio a Copertino dai carabinieri della locale Tenenza che lo hanno fatto desistere dal gesto inconsulto e lo hanno accompagnato in carcere.

Si tratta di Marco Cordella, che si trovava sottoposto ai domiciliari ma che, in più di un’occasione, aveva violato la misura cautelare, non venendo trovato all’interno della sua abitazione nel corso dei controlli dei militari. Proprio per questo, è scattata la disposizione di aggravare la misura cautelare, con il trasferimento dell’uomo in carcere.

Quando i carabinieri si sono presentati in casa, il 44enne ha subito intuito la ragione e ha deciso di tentare un’ultima carta per sfuggire alle manette: così ha deciso di scappare sul terrazzo di casa, minacciando di gettarsi da diversi metri se qualcuno gli si fosse avvicinato.

Immediato l’intervento delle altre pattuglie dei carabinieri, dei sanitari del 118 e dei vigili del fuoco. Gli attimi di concitazione sono terminati solamente con l’intervento del comandante della locale Tenenza, il sottotenente Salvatore Giannuzzi, che riusciva a riportare l’uomo alla ragione, evitando ogni gesto insano. Così si è proceduto all’arresto e al trasferimento nel carcere di Lecce. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
16/07/2019
Il collasso si è riscontrato durante la manutenzione ...
Cronaca
15/07/2019
Paura attorno alle 23, a Lecce, in via Brancaccio, per il crollo di mattoni, blocchi di ...
Cronaca
15/07/2019
Dopo tre turni di vantaggio, nel ballottaggio arriva la ...
Cronaca
15/07/2019
Il terribile incidente sulla statale 16, tra Polignano a ...
Nel reparto di Chirurgia plastica (ma non solo) ogni estate è una lotta per evitare di allungare le liste ...
clicca qui