Dieci anni dalla ristrutturazione della Chiesetta Balsamo: festa al rione San Pio

lunedì 25 marzo 2019

Appuntamento il 23 aprile, in concomitanza con "La festa di primavera" e con l'evento "Lu riu a San Pio".

Il  rione San Pio e la città di Lecce festeggeranno i dieci anni dell’avvenuto recupero e restauro della Chiesetta Balsamo. Appuntamento il 23 aprile, in concomitanza con "La festa di primavera" e con l'evento "Lu riu a San Pio". 

La manifestazione è Patrocinata dal Comune di Lecce. In programma pic-nic nel verde del Parco autogestito, musica e karaoke, giochi e animazione per bambini, estrazione premi offerti dagli esercizi commerciali di vicinato, animazione della Scuola di ballo New Evolution Dance e cantanti salentini, musica  del cantante Demmy.

Il parco della Chiesetta Balsamo è stato realizzato contestualmente al restauro della storica chiesetta del 1572, di proprietà del marchese Balsamo.

La chiesa, sita fuori le mura della città, fu costruita e fondata, dal cavaliere don Giovanni Francesco Raynò nell’anno 1572.

Il termine Pozzuolo deriva dalla latinizzazione di “puteolum” del leccese “puzzolo” cioè pozzo, nome topografico antico del sito in cui fu costruita la cappella, sede di un omonimo casale ricordato in un diploma normanno di Re Tancredi nel 1181 (F.Ughelli,1721), ormai distrutto.

Nel XVIII secolo, secondo alcune fonti fu sede di numerosi miracoli e prodigi della Vergine S. Maria di Pozzuolo, questo portò a una rinascita dell’edificio che fu ingrandito e abbellito e, tramite il “ concorso del Popolo leccese “, si restaurò e si riporto all’antico splendore.

Intorno al 1819 la chiesa era punto di arrivo ella processione del Capitolo per la “ Festa dell’Erogazione”, la benedizione dei campi che si svolgeva quattro volte l’anno, ad ogni cambio di stagione. La processione, partendo dalla Cattedrale, arrivava di volta in volta, a seconda delle stagione, a quattro chiese diverse, situate, intorno alla città, in corrispondenza dei quattro punti cardinali: Santa Maria di Pozzuolo, ad ovest, San Lazzaro ad est, il 1° maggio alla chiesa dei S.S. Giacomo e Filippo, il 18 febbraio a S. Maria della Porta; terminava con una grande festa che si prolungava per gran parte della notte.

In seguito al matrimonio tra il marchese gallipolino Giuseppe Balsamo e la marchesa Leonarda Cicala, la chiesetta divenne proprietà dei Balsamo ed alcuni indizi portano a ritenere che fu usata da questa famiglia anche come luogo di ritrovo della massoneria; in seguito divenne il sacello funerario della famiglia Balsamo.

L’edificio rimase in stato di abbandono, degrado e rifugio per tossicodipendenti, fino a quando, a causa dei continui furti e sacrilegi, fu definitivamente chiusa murando qualsiasi possibile accesso.

Il fabbricato è stato inserito nel Piano di Riqualificazione Urbana del rione San Pio; dell’edificio dismesso dalla sua funzione ecclesiale, fanno parte la chiesetta e gli annessi locali, che sono stati restaurati e, nell’area antistante è stato realizzato un parco attrezzato.  I lavori sono stati consegnati, appunto, al comune di Lecce il 26 Marzo 2009, con l’intento di asservire i locali disponibili a uffici amministrativi del Comune, tale servizio al cittadino è stato svolto pochi mesi solamente dal Comando periferico dei Vigili Urbani, e fino all’anno 2012 occupati dal Consiglio di Quartiere. Successivamente la struttura è stata affidata ad associazioni varie.

Tra le tante, la presenza più longeva e quella del Comitato Popolare “Nuova Rudiae” che ha inteso continuare a svolgere la dismessa attività dei consigli di quartiere anche se, non istituzionalmente

Un percorso che in dieci anni ha visto partecipare e collaborare i residenti del quartiere, nonché i cittadini, alle diverse manifestazioni di aggregazione sociale-culturale e, soprattutto di beneficenza. In questo contesto ha fatto da cornice la storica Chiesetta che l’anno 2016, è stata acquisita al patrimonio del comune e  sottoposta al vincolo del Ministero alla Soprintendenza dei Beni  e attività Culturali.

Altri articoli di "Tempo libero"
Tempo libero
19/04/2019
Torna il rituale appuntamento con la Pasquetta nel Salento: ...
Tempo libero
15/04/2019
Dai giochi nel Parco Avventura ai cibi tradizionali, il ...
Tempo libero
12/04/2019
Oggi alle 16 presso l'orto botanico salentino, strada vicinale S.Angelo. Una passeggiata ...
Tempo libero
10/04/2019
Sabato 13 aprile presso il Museo di Storia naturale del ...
Mangiare abbondantemente è tipico di questi periodi di festa, ma, se la Pasqua ci ha già messi KO, ...
clicca qui