Giornata per le vittime delle mafie, iniziativa di Libera ad Alezio

lunedì 18 marzo 2019

Giovedì 21 marzo anche Alezio per la XXIV Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle Vittime innocenti delle mafie.

Giovedì 21 marzo, in occasione della XXIV Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle Vittime innocenti delle mafie, l'Associazione Culturale Atlantide ha accolto l'iniziativa di Libera Contro le Mafie, #OrizzontiDiGiustiziaSocialePassaggioaNordest, facendo passare anche da Alezio le istanze della manifestazione che coinvolgerà tutto il territorio nazionale.

Alle ore 17.30, presso Parco Vittime delle Mafie di Alezio, interverranno Roberto Tanisi, Presidente della Corte d'Appello di Lecce e Carla Longo, Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Cuneo. Per l'occasione l'Associazione Atlantide donerà alla comunità tre pietre d'inciampo, dedicate rispettivamente al giornalista Peppino Impastato e ai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, collocate all'interno dell'area del parco la cui recente ridenominazione lo rende luogo ideale per l’iniziativa. A corollario dell’evento, i saluti di Laura Minerva, presidente dell’Associazione Culturale Atlantide, e di Andrea Vito Barone, sindaco di Alezio.

La piazza nazionale dell’evento sarà Padova, dove Libera, in collaborazione con la Rai - Responsabilità sociale e sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, rinnova in nome di quelle vittime l'impegno nella lotta alla criminalità organizzata e alla corruzione. “Passaggio a Nord Est, orizzonti di giustizia sociale” è il tema che accompagnerà il 21 marzo, durante il quale i familiari di vittime innocenti delle mafie saranno presenti a Padova e nei tanti altri luoghi aderenti all’iniziativa in cui in contemporanea si svolgerà la manifestazione. Durante la giornata saranno letti i circa 1000 nomi di vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perché, con rigore, hanno compiuto il loro dovere.

L’Associazione culturale Atlantide, neonata associazione aletina, fa suo il motto dantesco “fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza” e si prefigge l’obiettivo di promuovere e sostenere eventi e realtà del territorio volti a una sempre più capillare diffusione della cultura. L’Associazione Atlantide ha già all’attivo il convegno “Moro Martire Laico”, la prima edizione della rassegna “Il Caffè Letterario di Atlantide”, “Nel sole, nel vento, nel sorriso e nel pianto”, evento a sostegno delle donne, “Ricordando Don Tonino Bello” in ricordo del vescovo buono di Alessano, e “La mafia uccide, il silenzio pure”, evento dedicato a tutte le vittime di mafia con la partecipazione di Giovanni Impastato e le figlie di Renata Fonte.

 

Altri articoli di "Società"
Società
15/09/2019
Sono sei i nuovi parroci nominati ieri dall'arcivescovo di Lecce Michele Seccia. Con ...
Società
14/09/2019
La proposta del consigliere comunale Andrea ...
Società
13/09/2019
Il giudizio sulle istanze dei 55 contribuenti non poteva ...
Società
13/09/2019
Il numero dei volontari è quasi raddoppiato rispetto a quello dello scorso ...
“La cosa importante è che gli adulti si rendano conto della pericolosità delle liti davanti ai ...
clicca qui