Adeguato l’Ecocentro comunale, da lunedì l’apertura al conferimento

venerdì 15 marzo 2019

Da martedì sarà adottata un’apposita ordinanza per la regolamentazione del servizio di raccolta dei rifiuti e delle sanzioni a carico degli “sporcaccioni”.

L’ecocentro di Collepasso riapre i battenti. Dopo i lavori di adeguamento degli scarichi del trattamento delle acque di prima e seconda pioggia mediante la realizzazione di trincea drenante con impianto di subirrigazione, riorganizzazione degli spazi e della collocazione dei diversi container, illuminazione e videosorveglianza. La ditta Bianco Igiene Ambientale procederà alla riapertura del Centro di Raccolta Comunale sito nella zona PIP- lotto 28 osservando i seguenti orari: nei giorni dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle 11.00; e nei giorni di Martedi e Giovedi dalle 16.00 alle 18.00

Questi interventi permetteranno di potenziare la capacità di “accoglienza” dei rifiuti, migliorando l’efficienza e la funzionalità dell’Ecocentro. Il Centro di Raccolta nuovamente a disposizione dei cittadini per il conferimento dei rifiuti ingombranti, dei rifiuti non conferibili nel “porta a porta”, dei rifiuti conferibili nel “porta a porta” e non consegnati per qualche motivo alla raccolta quotidiana (eccetto l’indifferenziato), il cui abbandono nelle vicine campagne o sui cigli stradali costituisce un serio pericolo per l’ambiente e la salute, nonché una grave offesa all’ecosistema da parte di alcuni “zozzoni”. “Con la nostra struttura operativa quasi giornalmente -spiega il sindaco Paolo Menozzi- sarà facile il conferimento differenziato dei rifiuti. Auspico una fattiva partecipazione da parte di tutti ma soprattutto una collaborazione dei Collepassesi in qualità di “sentinelle ambientali” per la tutela del nostro territorio.

Con l’entrata in funzione dell’Ecocentro si alleggeriranno di molto i disagi dei cittadini facendo un grande passo in avanti anche in ordine alla tutela ambientale. C’è stato bisogno di tempo per fare in modo che l’Ecocentro venisse adeguato alla nuova normativa. Da lunedì prossimo sarà pienamente operativo”

Nello specifico i rifiuti conferibili sono carta e cartone, imballaggi in plastica, imballaggi metallici, imballaggi in materiali misti, imballaggi in vetro, contenitori in t/fc (contenenti residui di sostanze pericolose o contaminati da tali sostanze), abbigliamento, tubi fluorescenti e lampade, apparecchi refrigeranti, oli alimentari e minerali, farmaci, accumulatori al piombo, pile esauste, tv e monitor, piccoli elettrodomestici, legno, rifiuti plastici, metallo, sfalci e potature, rifiuti ingombranti, cartucce di toner esaurite, pneumatici (solo da utenze domestiche), inerti. Il servizio di raccolta degli olii esausti l’olio di frittura si rammenta -se buttato nel lavandino, può danneggiare le tubature e finire nella falda acquifera, dove forma una pellicola al di sotto della quale niente più rimane in vita. Ecco perché è importante dimostrare concretamente attenzione e rispetto per l’ambiente raccogliendo in un contenitore o bottiglia di plastica l’olio per uso alimentare, dopo averlo fatto raffreddare, e consegnarlo al punto di raccolta o Ecocentro.

 

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
20/05/2019
Gian Marco Centinaio è partito da Brindisi, ...
Ambiente
18/05/2019
Amministratori, Amp e Cea a caccia di pattume per ...
Ambiente
16/05/2019
La riconversione avverrà entro il 2025: soddisfazione del governatore ...
Ambiente
13/05/2019
È stato denunciato il 63enne di Uggiano La Chiesa ...
Il 26 maggio sarà la “Giornata del sollievo”: un’occasione utilissima per approfondire ...
clicca qui