"Fridays for future", in migliaia in piazza per il clima

venerdì 15 marzo 2019
La manifestazione in contemporanea in 182 piazza italiane per chiedere un cambio di rotta nelle politiche energetiche e ambientali.

Migliaia di persone, tanti giovani e giovanissimi, bambini accompagnati da genitori e nonni. Anche Lecce partecipa al movimento mondiale per il clima “Fridays for future” lanciato dall'attivista 16enne svedese Greta Thumberg per chiedere ai governi di tutto il mondo di rivedere le politiche energetiche e ambientali e bloccare i cambiamenti climatici che mettono a rischio la sopravvivenza del pianeta.

A Lecce il lungo corteo è partito da Porta Napoli e ha raggiunto piazza Sant'Oronzo. In mano ai manifestanti cartelli e striscioni con gli slogan di questo “sciopero globale per il futuro”: “Ci avete rotto i polmoni” , “Save our future”. Greta Thumberg (candidata al Nobel per la Pace, ha lanciato la sua battaglia solitaria per il clima nell'agosto dello scorso anno quando ha iniziato a manifestare davanti al parlamento della Svezia perchè riducesse le emissioni di anidride carbonica come previsto dall'accordo di Parigi sul cambiamento climatico. Il suo messaggio è diventato globale quando è stata invitata a parlare al vertice delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici tenutosi in Polonia a dicembre.

L'obiettivo è quello di chiedere ai governi di mettere un freno finchè si è in tempo:

“Siamo di fronte a una minaccia esistenziale. Questa è la crisi più grave che l'umanità abbia mai subito. Noi dobbiamo anzitutto prenderne coscienza e fare qualcosa il più in fretta possibile per fermare le emissioni e cercare di salvare quello che possiamo”.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
19/03/2019
L’incidente è avvenuto nel pomeriggio ...
Cronaca
19/03/2019
Ennesimo episodio di abbandono di rifiuti nelle campagne: ...
Cronaca
19/03/2019
Gli animali sono stati sequestrati dagli agenti Enpa a Supersano e affidati alle cure di ...
Cronaca
19/03/2019
Nei guai un 32enne trovato in giro con alcune statuine in ...
Un adulto su 4 non svolge attività fisica: la sedentarietà ci espone a varie patologie e ci fa vivere di ...
clicca qui