Giornata mondiale del rene, tutti In fila a Gallipoli: malattie in aumento

giovedì 14 marzo 2019

Decine di persone si sono presentate in mattinata presso l’Unità Operativa Nefrologia e Dialisi del “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli, guidata dal dottor Alessandro D’Amelio, per gli screening ai reni. Ecco le 8 regole d’oro per prevenire le malattie renali.

Una persona su dieci nel mondo ha un danno renale. Le malattie renali sono in aumento perché la vita media è aumenta, ma aumentano anche i pazienti cardiovascolari e quelli diabetici. Controllarsi e prevenire sono i segreti per non doversi curare e anche per limitare i costi che gravano sul Sistema Sanitario Nazionale. I reni sono organi delicati e da monitorare costantemente dopo una certa età. Ci sono quattro esami necessari: valutazione della pressione arteriosa, esame delle urine standard, esame ecografico dell’apparato urinario e controllo di creatininemia ed azotemia. Quando sono presenti alterazioni come ipertensione arteriosa, anomalia dell’esame urine standard, alterazione dei valori di creatininemia/azotemia, oppure di fronte a un esame ecografico renale patologico, è necessario che il nefrologo approfondisca e individui cause e problemi. “Abbiamo letto sul web questa notizia e abbiamo preso l’occasione al volo” - spiegano due signore sorridenti in un’affollatissima sala d’attesa”. Molto spesso per i costi delle visite specialistiche e anche per pigrizia si rinuncia a un controllo che può essere salvifico. L‘ alterazione dell’anatomia e delle funzioni dei reni può creare gravi problemi a tutto l’organismo. Questi importantissimi organi, che mantengono l’equilibrio idro-salino nell’organismo e depurano il sangue, possono essere danneggiati da batteri, virus, parassiti, malattie autoimmuni sistemiche, diabete mellito, tumori, diete errate, insufficienza epatica, grave disidratazione e patologie genetiche.

LE 8 REGOLE D’ORO PER PREVENIRE LE MALATTIE RENALI

Le malattie renali aumentano, ma noi possiamo fare molto per tenere sotto controllo il nostro organismo e scongiurare il problema. Ci sono 8 regole da tenere bene a mente:

Mantenersi attivi e in forma: passeggiate, attività fisica e controllo del peso sono dei veri toccasana per i reni;

Controllare i livelli di zucchero nel sangue;

Controllare la pressione sanguigna;

Seguire una dieta sana è bilanciata;

Mantenere un corretto è regolare apporto di liquidi;

Non fumare;

Non assumere farmaci, se non su indicazione del medico;

Mantieni sempre sotto controllo la funzione renale, se hai uno o più dei fattori a rischio.

A COSA SERVONO I RENI

I reni sono due organi situati nell’addome, a forma di fagiolo, grandi poco più di un pugno, collegati alla vescica da un condotto (uretere). L’urina formata dai due reni si raccoglie nella vescica. I reni hanno una funzione fondamentale: eliminano le scorie, mantengono in equilibrio il contenuto corporeo di acqua, sali, acidi, bicarbonati e ed altre sostanze, eliminando l’acqua e i sali quando sono in eccesso e riducendone l’eliminazione in condizioni di carenza. I reni, inoltre, producono alcuni ormoni come l’eritropoietina e la renina e le prostaglandine. Producono anche la forma attiva della vitamina D, fondamentale per l’assorbimento intestinale di calcio e per la calcificazione delle ossa. Questi organi consentono ad alcuni ormoni di svolgere la loro funzione e regolano la pressione arteriosa mantenendola su valori normali.

MISSIONE COMPIUTA: NUMERI RECORD ALL’OSPEDALE DI GALLIPOLI. INTERVISTA AL DOTTOR ALESSANDRO D’AMELIO

Dottore, la Giornata Mondiale del Rene sta funzionando benissimo a Gallipoli, vero?

“Non ci aspettavamo tanta gente. Sono numeri che non hanno precedenti. La comunicazione ha funzionato molto bene. La gente ha capito l’importanza della prevenzione. Oggi abbiamo verificato che c’è grande interesse per questo genere di problematiche. È bello poter proporre un’iniziativa simile a Gallipoli. I pazienti sono soddisfatti e vanno via con molte più conoscenze sulle problematiche renali: stiamo facendo anche tanta informazione.  L’iniziativa è piaciuta molto: è una grande opportunità per salvaguardare la propria salute gratuitamente. Devo ringraziare l’équipe di Nefrologia che ha permesso di realizzare questa fantastica giornata”.

Come hanno risposto i giovani?

“Siamo stupiti! Oggi molti giovani sono venuti a controllarsi. In effetti le problematiche renali colpiscono tantissimo anche tra i più giovani. Nel nostro settore la prevenzione è fondamentale”.

A volte non si coglie l’importanza della salute di questi organi...

“I reni sono degli organi le cui funzioni non sono conosciute dalla gran parte delle persone. Noi, con il materiale informativo e in sede di visita, cerchiamo di far capire l’importanza di questi grandi organi che hanno tantissime funzioni e che quando iniziano a zoppicare, se non ci si accorge in tempo, si rischia di non poter risolvere tutti problemi. La prevenzione è la migliore risposta all’aumento delle malattie renali”.

Il Reparto di Nefrologia di Gallipoli può competere con le realtà più all’avanguardia?

“Questo è un ospedale di primo livello che sta crescendo, ma è la squadra che fa la differenza. Persone capaci, motivate e competenti, che lavorano con passione, professionalità e umanità, sono una garanzia per i pazienti”.

La malattia renale si combatte fin dal medico di base, vero? Come funziona la rete?

“I medici di base dovrebbero essere il presidio da cui parte la prevenzione. Loro dovrebbero inviare subito allo specialista i soggetti con sospetto problema renale: questa catena di montaggio non sempre funziona. L’importanza del medico di base è di fare da filtro e di inviare i pazienti potenzialmente a rischio (ipertesi, diabetici e con problematiche familiari neurologiche) immediatamente al nefrologo”.

Gaetano Gorgoni

Altri articoli di "Salute Sette"
Salute Sette
23/03/2019
Oggi parliamo  tecnica di plastica dell’ernia ...
Salute Sette
22/03/2019
È un batterio di forma sferica che può provocare tutta una serie di ...
Salute Sette
21/03/2019
Si parla troppo poco dell’allontanamento dei due ...
Salute Sette
20/03/2019
Uno studio multicentrico pubblicato ieri sulla ...
Oggi parliamo  tecnica di plastica dell’ernia inguinale in laparoscopia  (TAPP - trans abdominal ...
clicca qui