Emiliano mandato via dalla riunione, la presidente del Comitato consultivo si dissocia

giovedì 7 marzo 2019

L’episodio è accaduto presso la Direzione Generale della Asl di Lecce per la presentazione di un presunta mozione.

Lo scorso 1° marzo 2019 presso la Direzione Generale della Asl di Lecce si sarebbe dovuto tenere un incontro importante tra le associazioni componenti il Comitato Consultivo Misto presieduto da Rita Tarantino, il Gruppo di lavoro della Senologia e il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano nonché la Direzione Generale Sanitaria e Amministrativa della Asl Lecce.

Il Presidente Michele Emiliano è riuscito ad arrivare all'incontro con il CCM alle 20.05: al suo ingresso nella sala conferenze della Direzione Generale della Asl di Lecce è stato però accolto Grazia Manni, Presidente dell'Associazione ANFAA che, sulla scorta di una presunta mozione, che a suo dire sarebbe stata firmata da alcune associazioni volta a far annullare l'incontro, facendosi illegittimamente portavoce del CCM, si è rivolta animosamente al Governatore pugliese invitandolo ad abbandonare i locali della Direzione generale essendo venuto meno l'interesse delle associazioni all'incontro.

Un confronto talmente repentino e animoso che non ha dato modo, a causa del ritardo, né alla presidente né alla Direzione Generale della Asl di Lecce di intervenire. Inutili le scuse del governatore che, ammettendo il grave ritardo, si era dichiarato disponibile a trattenersi fino a tardi pur di non venire meno agli impegni presi con il Presidente del CCM e tutte le associazioni. Ciò nonostante Emiliano si è visto costretto ad andare via nello sgomento generale al fine di evitare ulteriori degenerazioni.

La Presidente del CCM, nell'immediatezza dell'accaduto, unitamente ad altre associazioni (Ass.ne Tria Corda, Ass.e Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato) si è immediatamente dissociata da quanto accaduto per la gravità del comportamento e chiesto ufficialmente scusa al Presidente Emiliano.

Da un esame degli atti è stata verificata l’inesistenza della mozione: “Tengo a sottolineare -spiega la presidente Tarantino- che un comportamento così grave non potrebbe trovare giustificazione neanche nella esistenza di una mozione. Da sempre ci battiamo in prima persona per far ascoltare la voce dei cittadini e far emergere le criticità, le sofferenze: una battaglia fondata non su una contrapposizione sterile ma su una critica costruttiva in cui tutti i soggetti coinvolti, istituzioni, tecnici, cittadini, si confrontano e si impegnano nella costruzione di percorsi virtuosi che pongano la salute dei cittadini al centro della attenzione”.

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
19/08/2019
Il Progetto “Minore” raddoppia: proroga di un ...
Sanità
05/08/2019
Una “fermata” per cambiare il pannolino e fare ...
Sanità
05/08/2019
Sedici gli operatori a lavoro per tutto il mese di agosto. Il servizio gratuito di ...
Sanità
27/07/2019
Tecniche nuove “made in Salento” e ...
Il professore Salvatore Nuzzo, psicologo e psicoterapeuta di lungo corso, ha scritto un libro sulla necessità di ...
clicca qui