L’accoglienza del Salento, nuova occasione per rinascere: la storia di Matar

venerdì 22 febbraio 2019

In fuga dal Gambia poco più che bambino, ha conosciuto la guerra e la violenza. Adesso guarda al futuro senza più paura.

È fuggito dal Gambia, lasciando gli affetti e la famiglia per sottrarsi ad un triste destino di povertà. Matar è arrivato nel Salento dopo aver attraversato tutta l’Africa settentrionale, conoscendo la guerra e la violenza: lo ha fatto da solo, quando era poco più di un bambino, privato del diritto di giocare ed essere spensierato. E invece ha affrontato un destino fatto di soprusi, torture inflitte da altri uomini che volevano guadagnare sulla sua pelle, e che non avrebbero esitato a ucciderlo per pochi spiccioli. Fino all’arrivo nel Salento dove ha avuto un’occasione, ha frequentato una scuola, come tutti i suoi coetanei, ha imparato un lavoro e adesso può guardare avanti con fiducia, sperando in un mondo migliore. È questo il messaggio che lancia a tutti. A chi in particolare considera il mondo diviso soltanto tra bianco e nero.

Regia e montaggio di Stefano Sinisi

Altri articoli di "Società"
Società
21/03/2019
Bisognerà attendere ancora qualche giorno prima di ...
Società
21/03/2019
Domani la cerimonia in piazzetta Sant’Antonio, un anno dopo la scomparsa del ...
Società
20/03/2019
La Direzione Didattica “Principe di Piemonte” ...
Società
19/03/2019
Elezione per Lorenzo De Marco alla Vice Presidenza del ...
Si parla troppo poco dell’allontanamento dei due muscoli retti addominali, che avviene frequentemente in seguito ...
clicca qui