Gli hacker di Anonymous "bucano" il sito del ministero dell'Ambiente: rubati documenti Tap

venerdì 22 febbraio 2019
L'attacco informatico è stato rivendicato ieri con un comunicato.  

Il gruppo hacker di Anonymous ha “bucato” il sito del ministero dell'Ambiente e ha sottratto documenti riservati sul gasdotto Tap. L'azione di pirateria informatica è stata messa in atto ieri e rivendicata dopo alcune ore sul blog di Anonymous con il nome di “Operation Green Rights”, la stessa denominazione che è comparsa sul sito hackerato del ministero.

“Operation Green Rights è un riassunto della nostra frustrazione nel vedere la razza umana asservita al denaro, per il quale si commette assassinio, sfruttamento e oppressione dei popoli, che va oltre ogni principio di democrazia e del rispetto umano, il quale dovrebbe essere la base di ogni moderno paese civile”, scrivono gli hacker su un documento e proseguono commentando alcuni dei documenti individuati - il TAP portata avanti avallando tutti gli studi fatti al riguardo  inquinamento e deturpazione del territorio, senza nessun riguardo per le persone che ci vivono in quei posti e senza dar conto a tutti i ricorsi fatti sia dai Comuni Pugliesi nonché dalle associazioni territoriali”.

Tramite degli screenshot, i criminali informatici rivendicano anche l’accesso alla webmail interna al ministero e alle rubriche dei dipendenti, dei quali potrebbero aver letto le comunicazioni.

Nel loro comunicato, gli hacker hanno denunciato “incompetenza nel gestire il ministero”, che  si traduce “in incompetenza nel gestire i vostri server e i vostri dati, trattati con leggerezza senza rispetto per le leggi vigenti”.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
21/07/2019
 L’incidente è avvenuto nel tardo ...
Cronaca
21/07/2019
L’uomo è stato trasferito in ospedale al ...
Cronaca
21/07/2019
Le scritte offensive contro l’ex sindaco Fitto e due ...
Cronaca
21/07/2019
I carabinieri hanno ispezionato in particolare il ...
“Il tuo cellulare è intelligente. Usalo con intelligenza”. È lo slogan della campagna ...
clicca qui