Emma "pro migranti": dal palco grida "Aprite i porti!"

giovedì 21 febbraio 2019
Emma Marrone, in concerto al Palasele di Eboli, manifesta la sua posizione di contrarietà alla politica del Governo sull'immigrazione: fan in delirio e polemiche.

Emma la 'pasionaria', Emma che non le manda a dire, Emma che grida dal palco del Palasele di Eboli: "Aprite i porti!".
La cantante salentina Emma Marrone è al centro di un turbinio di polemiche e di solidarietà. Durante il concerto a Eboli, tra una canzone e un'altra, ha difatti gridato un inequivocabile "Aprite i porti", segno di una sua chiara posizione di contrarietà alla politica del Governo Salvini sulla questione immigrazione. Il messaggio, arrivato forte e chiaro - come da programma - non ha mancato di suscitare una reazione tra chi ha assistito al concerto e chi, pur non essendoci, non ha invece gradito questa netta presa di posizione. L'artista già in passato si era schierata a favore di alcune battaglie sociali. D'altra parte non è la sola nel mondo dello star system ad aver scelto di esprimere un pensiero sulla politica di chiusura all'immigrazione, cavallo di battaglia del ministro dell'Interno Salvini e del Governo Lega-M5S. Anche Papa Francesco, qualche giorno fa, si era prestato ad un selfie con in mano una spilletta con lo stesso slogan. 
A gradire invece il fuori programma i tanti suoi fan, che l'hanno acclamata a gran voce.
In chiusura di concerto, come a voler ribadire il concetto, ha poi esclamato: "Fai bene e dimentica, fai male e pensa".
Altri articoli di "Curiosità"
Curiosità
20/03/2019
Festa a Poggio Imperiale, nel foggiano, per Maria Giuseppa Robucci: è la seconda ...
Curiosità
19/03/2019
Il leader dei Negramaro celebra il giorno della festa del ...
Curiosità
04/03/2019
Un caffè all'ombra del barocco per David Gandy. Il modello più ambito al ...
Curiosità
01/03/2019
Ricopre l'auto dell'amata di post-it per dichiarare i suoi sentimenti: folle ...
Si parla troppo poco dell’allontanamento dei due muscoli retti addominali, che avviene frequentemente in seguito ...
clicca qui