Da Salve a Madrid accanto al Cholo: nello staff dell’Atletico brilla Maria Teresa Chirivì

martedì 19 febbraio 2019

È responsabile della cantera del club spagnolo che è una delle più importanti tra le squadre mondiali.

Alla vigilia della sfida di Champions tra Atletico Madrid e Juventus, la Gazzetta della Sport ha dato spazio alla storia di Maria Teresa Chirivì, partita da Salve giovanissima per frequentare l’università in Spagna ed entrata nello staff dei colchoneros al termine degli studi. Al momento è la numero 3 del club madridista.

“Maria Teresa è passata dalla Puglia a Madrid -scrive la rosea- poco più che adolescente. Qui ha fatto l’università ottenendo punteggi straordinari e da lì immediatamente un lavoro all’Atletico. Aveva 23 anni. Oggi ne ha 37 e all’interno del club si è guadagnata un rispetto grande come la sua passione per il lavoro e per l’Atletico. Ha lavorato all’ufficio stampa, in comunicazione, al protocollo ma tre anni e mezzo fa ha trovato la sua strada definitiva. L’Atletico aveva una cantera senza futuro, con pessime strutture e nessuna prospettiva, “Chiri”, com’è universalmente conosciuta nel mondo biancorosso, ed Emilio Gutierrez si sono rimboccati le maniche e grazie al loro impegno oggi il vivaio dei colchoneros ha 1.500 tra ragazzi e ragazze, da lavoro a 400 persone e il club investe nella struttura 14 milioni di euro. Qualche settimana fa complici gli infortuni di tanti giocatori Simeone in Liga ha portato con se in panchina addirittura cinque ragazzi dell’Academia”.

Nella foto: Maria Teresa Chirivì e Fernando Lopez presentano il nuovo Camp per l'anno 2018

Altri articoli di "Calcio"
Calcio
20/05/2019
Il presidente del Lecce ha risposto ai microfoni di Radio 1.   De Rossi a ...
Calcio
17/05/2019
Parla anche il tecnico Liverani: “Per noi ...
Calcio
14/05/2019
La promozione del Lecce in Serie A diventa argomento del ...
Calcio
13/05/2019
È arrivata in queste ore la condanna per illecito ...
Nel Dipartimento Salute Mentale leccese i pazienti sono tanti: si arriva lì quando le condizioni sono già ...
clicca qui