Trascinatore e capitano, Mancosu rinnova: vuole il giallorosso a vita

venerdì 15 febbraio 2019

L'ufficialità nel pomeriggio di ieri: il matrimonio tra il sardo e il club salentino si protrae fino al 2021. Poco prima Palombi alla stampa: "Punto alla doppia cifra e a rimanere qui".

E’ giunta ieri attraverso i canali ufficiali dell’Us Lecce una notizia che molti tifosi giallorossi si aspettavano e si auguravano, ovvero quella del rinnovo di capitan Marco Mancosu. Il sardo ha infatti prolungato il suo contratto, precedentemente in scadenza nel 2019, per altre due stagioni.

Il numero 8 di Liverani, che dopo essere stato trascinatore negli ultimi anni di C si è confermato come leader assoluto anche in Serie B, ha dato ulteriore conferma dell’affetto che lo lega al capoluogo salentino, che ha più volte dichiarato di avvertire come una seconda casa, e al club di via Costadura. Una scelta ponderata, di vita ma anche di carriera, visto che Mancosu e il Lecce sono esponenzialmente cresciuti insieme, abbracciati in un progetto partito due anni fa e che sta facendo sognare nuovamente i tifosi dopo averli svegliati da un vero e proprio incubo chiamato Lega Pro. Quando scadrà il nuovo accordo, il sardo avrà 33 anni. Le possibilità di chiudere la carriera con la maglia che più di tutte ha indossato fino ad oggi (101 le presenze sommate) sono dunque altissime, e il rischio di vederlo ceduto che il Lecce ha corso nel mercato invernale appare ormai un ricordo lontano anni luce.

Mancosu non è però l’unico con una gran voglia di Lecce. C’è anche il giovane attaccante Simone Palombi, che in conferenza stampa ha esternato i suoi obiettivi immediati e per il futuro: “Sono contento di aver segnato lunedì scorso a Venezia ed aver contribuito a portare a casa un pareggio importante su un campo difficile. Con quella rete ho eguagliato il record di otto reti raggiunto a Terni. Ora il mio obiettivo è la doppia cifra, non voglio certo fermarmi. Nell’ultima gara abbiamo affrontato una squadra ostica che fa della compattezza la sua forza, noi siamo stati bravi a metterli sotto e meno bravi nella gestione da un punto di vista tecnico. Livorno? Sarà una squadra totalmente differente rispetto alla gara d’andata. Vengono da una striscia importante di risultati utili e vorranno proseguire, ma noi faremo di tutto per ottenere i tre punti. Ci sarà da aspettare e avere pazienza. Il mio cartellino appartiene alla Lazio. In questo momento, sincerante, non ci penso, sono solo concentrato a godermi questa avventura in una città e in una società fantastica. Mi piacerebbe molto rimanere qui anche nella prossima stagione, anche se è presto per parlare di queste cose”.

Fonte: Salentosport.net 

Altri articoli di "Calcio"
Calcio
24/03/2019
La Deghi sul tetto di Puglia. La società leccese ...
Calcio
24/03/2019
Il tecnico sorvola sul risultato e si concentra sulla prova dei suoi: "Ci siamo ...
Calcio
23/03/2019
L'undici di Liverani è straripante dal primo all'ultimo minuto e crea palle gol ad ...
Calcio
22/03/2019
Tabanelli: "A Crotone punto prezioso che va ...
Oggi parliamo  tecnica di plastica dell’ernia inguinale in laparoscopia  (TAPP - trans abdominal ...
clicca qui