Picchia la compagna incinta e le provoca un aborto: arrestato

sabato 9 febbraio 2019

L'uomo, 25enne di etnia rom, è ora detenuto in carcere: dovrà rispondere di maltrattamenti, lesioni personali ed interruzione di gravidanza.

Un relazione burrascosa finita nel peggiore dei modi: è finito in manette un 25enne di etnia rom, dopo aver picchiato violentemente la compagna incinta provocandole un aborto. 

Gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato l'uomo, ritenuto responsabile di maltrattamenti, lesioni personali ed interruzione di gravidanza in danno della convivente.

La vicenda ha registrato una progressione criminosa ed una continua escalation di soprusi e violenza da parte del 25enne nei confronti della giovane donna, in più occasioni picchiata, nel corso di un rapporto sentimentale burrascoso.

In un’occasione l’uomo ha ripetutamente colpito l’addome con calci tanto da provocarne l’interruzione della gravidanza.

L’uomo, in esecuzione di un’ordinanza cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Lecce, è stato arrestato e condotto in carcere. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
20/02/2019
Alcuni senatori grillini presentano un’interrogazione ...
Cronaca
20/02/2019
Il giovane è stato fermato ieri per un controllo in ...
Cronaca
20/02/2019
La struttura abbandonata era diventata ricettacolo di ...
Cronaca
20/02/2019
L'intervento dei vigili del fuoco in piazzale Siena e in ...
"Lo Studio Nazionale Fertilità" conferma l’allarme: gli italiani sono sempre meno fecondi e poco ...
clicca qui