Pratiche online, a Maglie parte lo Sportello unico per l’edilizia

sabato 9 febbraio 2019

L’iniziativa si inserisce nel filone delle misure amministrative volte alla semplificazione dei processi gestionali, in modo da ottenere miglioramenti in termini di velocità, efficienza e qualità del servizio, nonché di riduzione dei costi e dell’incremento di produttività e profitto.

A Maglie sarà possibile presentare online le pratiche edilizie. Il sistema dello Sportello unico per l’edilizia sarò illustrato lunedì prossimo presso il Museo L’Alca, alle ore 16, in un incontro nel corso interverrà la società specializzata nella produzione di software per gli enti locali Svic (che già cura la piattaforma informatica).

Non sarà però un addio immediato al fascicolo cartaceo: “Per un certo periodo -spiega il sindaco Ernesto Toma- gli sportelli accetteranno entrambe le pratiche, sia in formato cartaceo che digitale, in modo da consentire a tutti i professionisti di prendere dimestichezza con il nuovo strumento informatico. Si tratterà, quindi, più che di un addio, di un graduale passaggio prima di addivenire ad una fase completamente digitalizzata”.

“Operativa da febbraio – aggiunge l’assessore all’Urbanistica Marco Sticchi - la piattaforma è attiva sul portale istituzionale del Comune di Maglie e rappresenta uno strumento attraverso il quale gli addetti ai lavori potranno istruire le pratiche”.

L’incontro di lunedì prossimo sarà aperto dal Sindaco Ernesto Toma. Interverranno quindi l’assessore Sticchi, il dirigente del settore, Claudio Sanapo, e il referente tecnico della Svic, Antonio Sticchi, che spiegheranno le modalità di utilizzo del nuovo sistema.

Altri articoli di "Società"
Società
20/02/2019
Secondo l’assessore Dario Vincenti, la ...
Società
20/02/2019
Sfileranno gruppi provenienti dalla Puglia, dalla ...
Società
19/02/2019
Il presidente della Regione ha voluto incontrare ...
Società
19/02/2019
Il sindaco Taurino interviene sui molti episodi di cronaca ...
"Lo Studio Nazionale Fertilità" conferma l’allarme: gli italiani sono sempre meno fecondi e poco ...
clicca qui