La gioia di Scavone: “Quella giallorossa è una vera famiglia, grazie a tutti”

mercoledì 6 febbraio 2019

l centrocampista, dimesso già domenica dal “Vito Fazzi”, ha espresso la sua gratitudine nei confronti di coloro che lo hanno aiutato nel corso del brutto scontro del match con l’Ascoli.

A cinque giorni dallo scontro fortuito con Giacomo Beretta che lo ha visto coinvolto nel corso di Lecce-Ascoli e che ha spaventato tutti tra colleghi, tifosi e addetti ai lavori, Manuel Scavone è tornato a parlare ufficialmente. Questa mattina si è infatti svolta una conferenza stampa, durante la quale in primis il presidente Saverio Sticchi Damiani ha ringraziato tutto il personale che è intervenuto venerdì sera. Hanno successivamente raccontato e spiegato il loro intervento Il dott. Giuseppe Palaia, il dott. Giuseppe Congedo, il massofisioterapista Graziano Fiorita, il dott. Antonio Tondo (cardiologo), il dott. Maurizio Tiano (rianimatore), il dott. Maurizio Scardia (direttore centrale operativa 118 provinciale) e Antonio Zecca (presidente C.R.I. Lecce).

È stata poi la volta del calciatore giallorosso: “Voglio ringraziare tutto il popolo giallorosso perché in questi giorni mi sono arrivati tantissimi messaggi, a testimonianza della loro vicinanza e questo mi ha riempito il cuore. Ringrazio anche chi settimanalmente affronto sul campo come avversario, son stati tanti a farsi sentire e questo mi ha fatto tanto piacere. Un ringraziamento sentito va alla famiglia del Lecce. Tante volte si usano parole che poi non corrispondono alla realtà, ma non è il nostro caso. Tutta la società mi è stata vicina e questo mi ha dato una grossa forza. Cosa dire dei miei compagni. Sicuramente non c’era bisogno di questa brutta avventura per capirlo, ma siamo un gruppo fantastico. Un ringraziamento, non certo per ultimo, va a tutte le persone che sono intervenute in mio soccorso. Ho avuto modo di rivedere le immagini dello scontro. Mi sembra come se fosse successo ad un’altra persona. Di venerdì sera ricordo solo il minuto di silenzio e il fischio d’inizio. Ora vedremo un po’ per i tempi di recupero, il mio auspicio è che possano essere il più breve possibile”.

La squadra continua nel frattempo ad allenarsi agli ordini di mister Fabio Liverani. I giallorossi hanno lavorato al completo all’Acaya Golf Resort per preparare la trasferta di Venezia, ad eccezione ovviamente di Scavone, a riposo, e di Falco, che sta lavorando ancora in differenziato. Presente naturalmente anche capitan Marco Mancosu, che ieri in conferenza stampa è tornato sul caso Scavone: “Mi sono accorto subito che non era cosa di poco conto, ma semplicemente mi sono preoccupato della sua salute. In quei cinque secondi ho anticipato qualcosa di quello che poi i medici avrebbero fatto per bene, tutto qui. Il più grande grazie va a loro”. Sugli affari di campo aggiunge: “Sono strafelice di essere rimasto e di aver raggiunto le 100 presenze, cosa che non mi era mai accaduta prima e che mi rende ancor più parte di questo progetto. Voglio solo ringraziare Checco Lepore per tutto quello che ha fatto per noi e che ci ha insegnato”.

 

Fonte: Salentosport.net

 

Altri articoli di "Calcio"
Calcio
17/02/2019
Emozioni infinite al Via del Mare, dove il Lecce riesce a rimontare due ...
Calcio
17/02/2019
Mancosu non è al top della forma e, visto che tra dieci giorni ci sarà ...
Calcio
16/02/2019
L'ufficialità sarà data lunedì, quando il calciatore sloveno ...
Calcio
15/02/2019
Da domenica prossima cambia la viabilità per andare allo stadio per le gare ...
I nuovi farmaci riducono le complicanze, ma per il diabete non esiste una cura definitiva: il trapianto di pancreas ...
clicca qui