Scirocco in rinforzo: mari in burrasca e forti temporali in arrivo

giovedì 24 gennaio 2019

I freddi venti settentrionali in ingresso sul Bacino del Mediterraneo dalla Porta di Carcassonne continuano ad alimentare la circolazione ciclonica Klaus, il cui minimo depressionario, nel corso della seconda parte della giornata odierna, raggiungerà valori ragguardevoli, probabilmente anche inferiori a 980 hPa in corrispondenza dello stretto di Sicilia.

Molto probabile inoltre la genesi di un secondo minimo depressionario sullo Ionio settentrionale.

Forti venti a carattere ciclonico, associati al minimo depressionario Klaus, spazzeranno il Bacino del Mediterraneo: mari in burrasca, quindi, con moto ondoso in ulteriore aumento nelle prossime ore. Attesa una burrasca fino a forza 9 tra Mar Ligure, Mar di Corsica e Mar di Sardegna e sino a forza 10 (onde anche oltre 7 metri) tra Canale di Sardegna e Mare Sud Baleari (dati bollettino MeteoMar – Areonautica Militare).

Sul Salento, invece, avremo un progressivo rinforzo del vento di scirocco, con moto ondoso in aumento: attesa una burrasca forza 6 sullo Ionio settentrionale.

Il tempo sul Salento sarà inoltre in rapido peggioramento, soprattutto nella seconda parte della giornata in seguito allo spostamento verso sud-est della circolazione ciclonica Klaus e all’arrivo, entro la serata, del fronte occluso (linea fucsia con i triangolini e i semicerchi alternati), come illustrato nella carta sinottica prevista dal Servizio Meteorologico Croato – DHMZ per le 13 di oggi, ora locale.

Attesi quindi fenomeni moderati, a tratti intensi, con possibili temporali. 

Supermeteo

Altri articoli di "Meteo"
Meteo
20/02/2019
I principali modelli di calcolo confermano il ritorno di ...
Meteo
19/02/2019
 Il cielo sereno e l'assenza di nubi hanno favorito un ottimo irraggiamento notturno ...
Meteo
18/02/2019
Il  mite respiro del vasto e potente anticiclone Dorit ...
Meteo
16/02/2019
Un sabato tranquillo, caratterizzato da cielo in prevalenza sereno con vento sempre ...
"Lo Studio Nazionale Fertilità" conferma l’allarme: gli italiani sono sempre meno fecondi e poco ...
clicca qui