Lecce spettacolo col Benevento: domina ma è solo pari. A Mancosu risponde Coda

sabato 19 gennaio 2019

Salentini superiori agli avversari per tre quarti di gara, ma quando la porta stregata di Montipò è stata violata un errore difensivo ha favorito il gol ospite. La classifica resta inalterata.  

Pareggio interno che sa di beffa per il Lecce, costretto a impattare 1-1 con il quotato Benevento. Un punto che sarebbe prezioso solo per la caratura dell’avversario, perché per il resto lascia solo amarezza alla luce dell’andamento di una gara che, per tutta la sua durata, ha visto una sola squadra in campo creare tantissimo e sprecare un po’ troppo. Non cambia di conseguenza la classifica dei ragazzi di Liverani che, in attesa di conoscere il risultato del Verona, restano al quarto posto.

Novità di formazione importanti per il Lecce. Liverani dà infatti fiducia a Lucioni nonostante le voci di mercato, e propone subito Tacthsidis, alla prima gara ufficiale dopo circa otto mesi. Sulla destra Fiamozzi prende il posto dell’acciaccato Venuti. Soprattutto conferme, invece, nel Benevento, dove l’unica scelta inattesa di Bucchi per il suo 3-5-2 è rappresentata da Del Pinto regista. A inizio gara, spinto da un pubblico numeroso e caloroso a dispetto del clima uggioso, i giallorossi di casa partono a mille. Al secondo minuto è subito occasione d’oro. Falco imbecca Mancosu sulla destra, cross basso per la zampata ravvicinata di La Mantia e prodezza di Montipò. Sulla ribattuta Scavone non ci arriva per un soffio. Al 4′ l’ex Lucioni di testa su cross di Fiamozzi e palla alta di poco. Ancora l’estremo ospite sollecitato all’ottavo dalla conclusione di Mancosu, che riceve sulla sinistra, rientra e scarica centralmente. Il Lecce insiste, e sfiora ancora il vantaggio al quarto d’ora: cross dalla destra di Falco, incornata di Scavone da posizione defilata e respinta di Montipò all’altezza della linea di porta.

L’undici di Liverani dà spettacolo e annichilisce un Benevento incapace di superare la propria metà campo. Al 23′ Lucioni alla Beckembauer anticipa Coda, avanza e la mette per La Mantia, il cui destro di contro balzo è bello e va alto di poco. Al venticinquesimo il primo vero alleggerimento di marca ospite affidato al potente mancino dal limite di Bandinelli, alto sulla traversa. Petriccione al tiro alla mezz’ora, il rasoterra dai trenta metri è forte ma impreciso e va al lato. Gran contropiede leccese otto minuti dopo: Falco semina avversari e offre la palla sul destro di Mancosu, che sfiora il palo complice la deviazione di Di Chiara. Al 42′ Vigorito chiamato alla prima parata per opporsi e deviare in corner la conclusione centrale e potente di Coda. Termina così a reti bianche un primo tempo in cui al Lecce è mancato solo il gol.

Secondo tempo al via con la prima occasione al cinquantaduesimo per Falco, che cerca l’incrocio dei pali da pochi passi trovando la deviazione in corner di Montipò. Due minuti e straordinaria azione sulla sinistra Scavone-Calderoni-Mancosu, vanificata dal sardo che di mancino tira sull’esterno della rete. Giallorossi tambureggianti nell’attaccare e alla conclusione ancora al cinquantasettesimo con un colpo di testa di La Mantia debole tra le braccia del portiere avversario, a sprecare l’ottimo traversone di Tachtsidis. Il bomber ci riprova dopo quattro minuti, sfiorando il colpo grosso con una bella girata mancina stavolta su cross di Calderoni; palla alta di pochissimo. Al 63′ arriva, strameritato, il vantaggio locale: Falco porta palla centralmente in velocità attendendo il taglio di Mancosu, che servito insacca con un colpo da biliardo rasoterra. Reazione sannita affidata dopo due giri di lancette a capitan Letizia, il cui cross sballato scheggia la parte alta della traversa e va fuori. Fa meglio Coda al settantunesimo, quando trova il gol del pareggio. La punta scatta sul filo del fuorigioco lanciato da Insigne e, dopo aver puntato Calderoni, batte Vigorito in diagonale. Al 73′ Falco tenta la magia “alla Zidane”, calciando al volo un pallone in arrivo a campanile e mancando l’eurogol di poco. Nei venti minuti finali è quasi solo il Lecce a cercare il gol-vittoria, crossando a ripetizione e pressando gli avversari senza riuscire tuttavia a trovare il gol vittoria. Arriva così un punto buono solo per muovere la classifica.

Nel prossimo turno il Lecce sarà impegnato sul campo della Salernitana. Si gioca sabato 26 alle 18.

Fonte: Salentosport.net 

Altri articoli di "Calcio"
Calcio
18/03/2019
Sui singoli: "Calderoni, un errore che può capitare. Petriccione? Cambiato ...
Calcio
17/03/2019
Poteva essere un colpaccio esterno trionfale e importante in chiave promozione per ...
Calcio
14/03/2019
In occasione dei prossimi tre impegni consecutivi al Via ...
Calcio
12/03/2019
La società giallorossa, in una nota, esprime vicinanza e solidarietà alla ...
La tomografia computerizzata coronarica ha fatto molti passi in avanti, ma il problema è affidarsi a macchinari ...
clicca qui