Cousteau a Otranto, la storia di un disastro ambientale sfiorato

venerdì 18 gennaio 2019
Nel video d'epoca, il team di  Jacques Cousteau al lavoro insieme ad un giovanissimo giudice Alberto Maritati per il recupero del cargo carico di veleni naufragato nel fondale di Otranto. 

Un'àncora fa bella mostra nel porto di Otranto. Pochi sanno che appartiene al cargo jugoslavo Cavtat, affondato nel 1974 nelle acque salentine con il suo carico di 900 barili di piombo tetraetile e tetrametile, le sostanze più tossiche conosciute all' epoca. Quell'àncora è il simbolo di una storia a lieto fine, di una operazione di bonifica che ha scongiurato un vero e proprio disastro ambientale.

"Eroi" di questa vicenda sono due volti noti, l'oceanografo ed esploratore Jacques Cousteau ed un giovanissimo giudice Alberto Maritati. Proprio al magistrato salentino, all'epoca all'inizio della sua carriera, si deve l'apertura dell'inchiesta che portò poi al recupero e alla messa in sicurezza del cargo jugoslavo.

Ad occuparsi delle oeprazioni di recupero, lo stesso Jacques Cousteau, che insieme al suo team portò a segno la difficile operazione, salvaguardando il mare otrantino. Un'esperienza diventata poi un documentario dalla valenza anche storica, da cui riemerge una Otranto ed un Salento dimenticato. Cousteau, a spasso per la città dei Martiri, non ha difatti perso l'occasione per raccontare questo angolo di Sud, con i suoi protagonisti e i suoi inconfondibili vicoli.

L'operazione raccontata nel documentario "La grande avvebntura del mare" si concluse nel novembre del 1977. Grazie all'uso delle immersioni in saturazione, alla nave Castoro ed alla Calypso, una imbarcazione trasformata in nave da ricerca e base di supporto per le 
immersioni e le ricerche oceanografiche dallo stesso Cousteau, dopo 15 mesi di lavoro si recuperò il 97 per cento del carico tossico.
Altri articoli di "Luoghi"
Luoghi
19/02/2019
Approvato il progetto esecutivo: le principali vie della ...
Luoghi
15/02/2019
L'intervento sarà realizzato grazie ai fondi del ...
Luoghi
12/02/2019
L’ennesima segnalazione di un lettore sembra dimostrare che non servono lezioni di ...
Luoghi
08/02/2019
Affidato agli architetti De Cupertinis e Giuri il progetto di restauro del bene. Il ...
"Lo Studio Nazionale Fertilità" conferma l’allarme: gli italiani sono sempre meno fecondi e poco ...
clicca qui