Asl, rinforzati Cup e call center: più personale e ore di attività

venerdì 18 gennaio 2019

Arrivano venti nuovi operatori e più ore di attività per i servizi.

Più personale e più ore d’attività. Per dare le “risposte giuste”, al telefono o allo sportello, la ASL Lecce ha deciso di rinforzare sia il servizio Cup sia i Call center, grazie all’arrivo di 20 nuovi operatori e ad una rinnovata organizzazione del lavoro messa a punto dal responsabile Personale Cup/Call Center di Sanitaservice, Nicola Pastore, in collaborazione con i direttori di presidio e di distretto e con la responsabile Cup aziendale Brigida Chimienti.

I nuovi operatori, assunti da Sanitaservice con un concorso a tempo indeterminato, sono già in servizio dal mese di dicembre nei diversi Cup e nei Call Center aziendali di Lecce e Maglie. In quest’ultimi il personale è praticamente raddoppiato, passando da 7 unità a 13, per cui sarà possibile evadere una quantità di chiamate molto superiore e abbattere i tempi d’attesa delle telefonate.

È stato poi avviato un piano di potenziamento degli orari di apertura dei Cup di Scorrano e Gallipoli, offrendo la possibilità di prenotare e pagare i ticket nelle ore pomeridiane e il sabato mattina, mentre i Cup dei PTA di Maglie e Poggiardo sono in servizio dal lunedì al venerdì, mattina e pomeriggio. Il Cup della Cittadella della Salute di Lecce, inoltre, è attivo anche il sabato mattina, ampliando l’apertura mattutina negli altri giorni sino alle 13,15.

I provvedimenti della Direzione Generale ASL Lecce sono stati condivisi con la presidente del Comitato Consultivo Misto, Rita Tarantino, per offrire un servizio all’altezza delle necessità e delle richieste dell’utenza che, proprio attraverso il Cup e i Call Center, ha il primo contatto con la Sanità pubblica: «Siamo molti soddisfatti – dichiara la presidente del CCM – per la decisione della ASL Lecce di venire incontro concretamente ai bisogni dei cittadini, potenziando gli organici e le ore di attività in un servizio che, dal nostro punto di vista, è assolutamente cruciale per far sentire la Sanità più vicina alle persone». «Cup e Call center – commenta il Direttore Amministrativo ASL Lecce, dr. Antonio Pastore, attualmente facente funzioni del Direttore Generale – sono uno dei biglietti da visita della nostra azienda ed è per questo che abbiamo investito in nuove soluzioni organizzative e in risorse umane, opportunamente formate per dare agli utenti che entrano in contatto con il sistema sanitario le risposte giuste e nelle forme più adeguate».

 

Altri articoli di "Sanità"
Sanità
24/04/2019
L'intervento al SS Annunziata di Taranto: la ragazza di 23 anni, violinista, si sta ...
Sanità
24/04/2019
Sabato 27 aprile omaggio al medico salentino scomparso nel ...
Sanità
17/04/2019
Lo ricorda Aldo Schiavano direttore del Distretto Socio ...
Sanità
17/04/2019
Il Comitato Tecnico scientifico ha attribuito ...
Le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità confermano quello che già sapevamo, ma ...
clicca qui