Vento da Sud e temperature in aumento: nuova ondata di freddo intenso dal 25 gennaio

venerdì 18 gennaio 2019

Nel fine settimana domineranno correnti più umide ma poco fredde di matrice nord-atlantica: tante nuvole ma poche piogge con temperature in leggero aumento.

EVOLUZIONE Dopo una breve pausa anticiclonica, nel corso del weekend il Mediterraneo diventerà terra di conquista di una serie di perturbazioni atlantiche che determineranno una sequenza di peggioramenti del tempo sull'Italia: la prima, più blanda, è già in transito sull'Italia, una seconda più organizzata arriverà domenica mentre una terza, più intensa, investirà lo stivale nella prossima settimana.

Tali perturbazioni saranno accompagnate da aria di matrice nord-atlantica e quindi molto umida e instabile, ma poco fredda nei bassi strati: in questa fase non dobbiamo quindi aspettarci ondate di maltempo capaci di portare la neve a bassa quota. Possibili nuove ondate di freddo intenso sono ipotizzabili non prima del 25 gennaio.

Su Puglia e Basilicata il fine settimana sarà caratterizzato quindi da tempo molto variabile e a tratti anche instabile con piogge sparse e clima relativamente più mite.

La situazione nel corso del weekend: l'alta pressione delle Azzorre resterà confinata molto a ovest permettendo l'ingresso di correnti perturbate nord-atlantiche nel Mediterraneo. 

VARIABILITA Per tutto il fine settimana avremo quindi una maggiore nuvolosità su entrambe le nostre regioni ma con piogge irregolari e per lo più di debole intensità, concentrate soprattutto tra sabato e domenica. La neve resterà confinata a quote di montagna, lungo l'appennino lucano.

Tra venerdì e sabato i venti saranno prevalentemente dai quadranti meridionali: le temperature risulteranno in leggero aumento con valori nella media stagionale e massime che potranno toccare anche i 14-15 gradi. Domenica è invece attesa una provvisoria rotazione delle correnti dai quadranti settentrionali con leggero calo termico.

PROSSIMA SETTIMANA Questo trend che dominerà il weekend sarà probabilmente interrotto all'inizio della nuova settimana dall'arrivo di due perturbazioni nord-atlantiche ben organizzate, capaci di portare un peggioramento più diffuso e intenso con temperature nella media stagionale. Una tendenza che andrà confermata nei prossimi aggiornamenti. 

MeteOne

Altri articoli di "Meteo"
Meteo
25/04/2019
Il caldo respiro nord-africano si farà sentire ...
Meteo
24/04/2019
 La persistenza di correnti meridionali sui settori centro-orientali del Bacino del ...
Meteo
23/04/2019
E' stato lo scirocco il protagonista ...
Meteo
22/04/2019
Il vero protagonista di questo lunedì di Pasquetta è il tempo. È ...
Le linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità confermano quello che già sapevamo, ma ...
clicca qui