Incarico revocato dopo un post: niente Sanremo per Carolina Bubbico

sabato 12 gennaio 2019

Incredibile la vicenda della giovane musicista salentina, che avrebbe dovuto dirigere Achille Lauro a Sanremo: il management dell’artista, come denuncia, non avrebbe gradito la risonanza data alla sua partecipazione.

Doveva tornare a Sanremo, a qualche anno di distanza dalla trionfale direzione de Il Volo, Carolina Bubbico, la musicista salentina, che aveva il compito di dirigere questa volta Achille Lauro, ma l’artista dovrà rinunciare a questa possibilità.

A darne l’annuncio è lei stessa, con un post su Facebook in cui racconta l’incredibile vicenda che la vedrebbe protagonista: sarebbe, infatti, stata sostituita proprio perché al management dell’artista non sarebbe piaciuta la risonanza mediatica data alla notizia della sua partecipazione.  

“Con grande dispiacere – scrive - vi comunico che l’incarico di Sanremo di quest’anno mi è stato revocato a pochi giorni dalla prima prova d’orchestra. La causa di questa decisione pare sia stata il disappunto espresso dal management dell’artista riguardo alla risonanza sui giornali scaturita dal mio post sui social. Gli articoli di giornale pubblicati dopo la mia dichiarazione, sebbene non riportassero alcuna informazione sul brano e sull’artista che non fosse già nota, non sono stati graditi al punto da volermi sostituire come direttore d’orchestra”.

“Malgrado questa infelice esperienza – conclude -, vado avanti con la passione, la professionalità e l’entusiasmo di sempre in nome della bellezza e dell’amore per la musica”.

 

Altri articoli di "Web e Social"
Web e Social
17/04/2019
A rivelare il flirt tra la cantante salentina ed il calciatore è il settimanale ...
Web e Social
14/04/2019
Tre ore di malfunzionamento e blocco totale per le applicazioni riconducibili a ...
Web e Social
11/04/2019
Dopo il caso di Carlo Salvemini e di Francesco Grasso, ...
Web e Social
11/04/2019
La cantante ha affidato a Instagram lo sfogo personale dopo il rifiuto della Curia alla ...
Secondo uno studio pubblicato su Neurology questo disturbo aumenterebbe i decessi cardiovascolari oltre a causare una ...
clicca qui