Poli e Blasi: "Da Salvemini lezione di dignità". Martini: "Sindaco e giunta inadeguati"

martedì 8 gennaio 2019
Alcuni commenti politici dopo le dimissioni di ieri e lo scioglimento del consiglio comunale di Lecce. 

“Salvemini, dimettendosi, ha dimostrato di avere grande dignità. Sento di doverlo dire con onestà intellettuale ferma restando la indubbia distanza politica fra me, di destra, e lui, di sinistra”. E' il commento affidato ieri ai social dell'ex sindaco di Lecce Adriana Poli Bortone che non entra nel merito delle politiche portate avanti dall'amministrazione in questo anno e mezzo.
Toni più critici quelli di Severo Martini: “Oggi si è conclusa la parentesi amministrativa del sindaco Salvemini. Un anno e mezzo del nulla assoluto in cui Lecce è tornata indietro di decenni. 

Oggi abbiamo dovuto salvare la città con la nostra astensione dalla rovina verso la quale l'ha spinta Salvemini, solo per puro calcolo politico, con la famigerata delibera del pre dissesto; così come lo abbiamo costretto al salvataggio della Lupiae dettando i dettagli economici dell'operazione. Il sindaco e la sua giunta si sono dimostrati assolutamente incapaci e inadeguati ad affrontare la gestione dei problemi di Lecce; hanno fallito in tutto, dalle decisioni più banali a quelle vitali per la città”.

“La politica é anche stile e dignità. Da Carlo una bella lezione” ha commentato invece il senatore Pd Dario Stefano: “Sono abituato a guardare il bicchiere mezzo pieno e considero questo pit stop come un momento in cui fare chiarezza all’interno sul quadro politico cittadino ma anche nel rapporto tra il centrosinistra e i leccesi. Qualcuno, evidentemente privo di una proposta politica seria per la città, pensava di poter vivere di espedienti, di aver trovato un escamotage per mettere il cappio al collo al sindaco, per tenerlo sempre sotto scacco. Sono gli stessi che pensano sia sufficiente raccogliere delle firme dinanzi al notaio per stoppare l’ambizione di una città di abbracciare una stagione nuova. Lo ringraziamo insieme agli assessori e ai consiglieri, per aver lavorato con competenza e onestà in condizioni non favorevoli, chiedendo loro di rimetterci subito a lavoro".

“Il centrosinistra leccese ha dimostrato che esiste una classe dirigente in grado di accompagnare verso una sana modernità una città bellissima e molto complicata - per il valore della sua storia e il potenziale del suo futuro - come il capoluogo salentino. E questo in poco più di un anno di amministrazione. Mi auguro dunque che Carlo Salvemini possa riprendere i fili dell’importante lavoro iniziato, ponendosi alla guida di una coalizione ampia e coesa, che guardi al difficile appuntamento elettorale di maggio con l’ambizione di potersi riconfermare alla guida della città” ha scritto invece il consigliere regionale Pd Sergio Blasi

 

Altri articoli di "Politica"
Politica
20/02/2019
Alcuni senatori grillini presentano un’interrogazione ...
Politica
20/02/2019
L'ex assessore accetta l'investitura arrivata da Forza ...
Politica
20/02/2019
Il candidato sindaco: “Il commercio è ...
Politica
19/02/2019
L'addio amaro dopo la consultazione di ieri ...
"Lo Studio Nazionale Fertilità" conferma l’allarme: gli italiani sono sempre meno fecondi e poco ...
clicca qui