Un colpaccio in attacco, un terzino “under” e tante cessioni. Ecco l’agenda di Meluso

lunedì 7 gennaio 2019

Il mercato giallorosso non si ferma alle importanti operazioni che hanno portato Tachtsidis in Salento e Chiricò a Monza. Tanti nomi e appuntamenti sul taccuino del ds.

Il calciomercato invernale del Lecce non ci ha messo tanto a spiccare il volo, anzi. Dopo poche ore dal via ufficiale alle compravendite di metà stagione sono infatti arrivate le già note ufficializzazioni dell’acquisto di Panagiotis Tachtsidis e della cessione del “poco amato” Cosimo Chiricò. Due operazioni importanti targate Mauro Meluso, ma che certamente non rimarranno le sole né in entrata né in uscita.

L’approdo nel Salento del greco ex Roma, Cagliari e Olympiakos ha dato qualità, forza e centimetri al centrocampo giallorosso, che ora può dirsi praticamente al completo con necessità di sfoltimento degli elementi mai impiegati. Solo in caso di partenza di un elemento in più rispetto a quelli preventivati (due, tre al massimo) si cercherebbe l’affondo per Alessandro Deiola, mezzala destra del Cagliari in prestito al Parma, dove non ha trovato troppo spazio pur risultando uno dei rincalzi più utilizzati da D’Aversa. Nemmeno in difesa vi sono necessità impellenti, alla luce dei ben undici elementi a disposizione di Liverani. Sicuramente tuttavia partirà Di Matteo, dunque per il ruolo di vice-Calderoni il tecnico giallorosso potrebbe avere in dote un terzino mancino “under” in prestito da qualche big di Serie A.

I fari del mercato sono tuttavia puntati sull’attacco, reparto in cui il Lecce prepara il colpaccio. Il sogno risponde al nome di Fabio Ceravolo dal Parma, sul quale è tuttavia fortissima la concorrenza di Cremonese e Benevento. Non dovesse arrivare la punta calabrese, le alternative principali sarebbero uno tra Simy e Budimir del Crotone, magari inserendo il crotonese Torromino nell’operazione. Da non sottovalutare anche l’ipotesi di aggiungere linfa giovanile ad un settore avanzato che può già contare su uomini d’esperienza nella categoria come Falco, Pettinari e La Mantia, ed è così che Meluso è venuto in contatto con gli entourage di Andrea Tumminello dell’Atalanta e Gianluca Scamacca del Sassuolo. Il primo in nerazzurro è completamente chiuso da Zapata, Gomez, Barrow e Ilicic e vorrebbe farsi le ossa nella categoria inferiore, il secondo, in prestito attualmente agli olandesi del PEC Zwolle, vorrebbe tornare in Italia bissando l’esperienza cadetta dopo l’approccio con la Cremonese un anno fa.

Tante trattative, dunque, che si aggiungono al gran lavoro che attende Meluso in chiave sfoltimento della rosa. In difesa lascerà sicuramente il giallorosso Luca Di Matteo, titolarissimo nella cavalcata per la promozione in Serie B ma mai utilizzato quest’anno. Su di lui è forte il Trapani, ma anche Catanzaro, Pordenone Viterbese. Non sono ufficialmente in uscita ma hanno richieste da mezza Serie C Ciccio Cosenza e Checco Lepore: per il primo si è fatto avanti soprattutto il Catania, per il secondo ci sarebbe la Juve Stabia e in caso di offerte irrinunciabili potrebbero salutare. Infine capitolo Riccardi: il difensore è ormai recuperato e pronto a giocare, ma con davanti Lucioni, Bovo, Meccariello e Marino sarebbe difficile per lui riassaporare il campo, dunque è al vaglio l’ipotesi prestito in B per recuperarlo completamente.

A centrocampo valigie in mano per Tsonev, a un passo dalla Viterbese, e Megelaitis, richiesto da un paio di squadre di C e alcune estere. Si fa sempre più viva anche l’ipotesi cessione per Arrigoni, titolare per quasi metà girone d’andata ma che, con l’arrivo di Tachtisidis, troverà sempre meno spazio, senza contare il fatto che almeno 5 club di terza serie hanno bussato alla porta del Lecce per chiedere informazioni su di lui. Ha molte richieste anche Marco Armellino, soprattutto da Cremonese e Monza. Viste le prestazioni del centrocampista campano nel mese di dicembre, tuttavia, Liverani difficilmente lo lascerà partire. Capitolo attaccanti: Torromino è cercato da Reggina e Crotone e deve scegliere se essere protagonista assoluto nella categoria inferiore o dimostrare di essere da Serie B con la maglia della sua città. In ogni caso di certo lascerà il Via del Mare come quasi sicuramente farà anche Dubickas, per cui sono spalancate le porte del prestito in Serie C. Pronto al ritorno a Livorno, infine, Abdou Doumbia. Gli amaranto hanno sbaragliato la concorrenza del Pisa e potrebbero puntare nuovamente sul franco-maliano per tentare di risalire la china.

 

Fonte: Salentosport.net

Altri articoli di "Calcio"
Calcio
15/01/2019
Liverani ha tutti a disposizione fatta eccezione dell'ex ...
Calcio
15/01/2019
Con una breve nota, la società comunica la cessione a titolo definitivo. ...
Calcio
12/01/2019
Riconfermati i vertici societari col Saverio Sticchi Damiani presidente, Alessandro Adamo ...
Nella classifica che vede le regioni del nord primeggiare in campo sanitario la Puglia ha il punteggio più alto ...
clicca qui