Il sindaco si dimette dopo il consiglio, lo segue pure il centrodestra. Nuove elezioni a maggio

lunedì 7 gennaio 2019

Il primo cittadino ha formalizzato le proprie dimissioni spiegando le ragioni in conferenza. In contemporanea, i consiglieri del centrodestra dal notaio lo sfiduciano dimettendosi in massa. Voto a maggio.

La notizia era nell’aria, ma ora è ufficiale: il sindaco di Lecce, Carlo Salvemini, si è dimesso poco dopo la fine del consiglio comunale che ha approvato la manovra sul piano di riequilibrio economico di Palazzo Carafa. Il primo cittadino, dunque, ha anticipato le mosse dei membri dell’opposizione, che si recheranno nel pomeriggio dal notaio Tavassi, per formalizzare le proprie dimissioni e mandare a casa l’amministrazione.

Le motivazioni della decisione assunta da Salvemini saranno spiegate nella conferenza stampa convocata a breve, all’Open Space, ma è facile capire che la decisione di “Prima Lecce” di rompere il “Patto per la Città” abbia inciso sul destino dell’amministrazione, già condizionata dalla cosiddetta “anatra zoppa”.

In contemporanea con la conferenza di Salvemini, i 17 consiglieri di centrodestra, eletti nel 2017 nelle file della coalizione a sostegno del candidato sindaco Mauro Giliberti, hanno formalizzato le proprie dimissioni. “Di fatto – scrivono in una nota – prendendo atto della situazione politica e sancendo la fine all’amministrazione”.

L’atto formale decreta, nello specifico, l’impossibilità per lo stesso sindaco di eventuali ripensamenti nei prossimi 20 giorni per ritirare le dimissioni, rendendo effettiva la caduta dell’amministrazione.

Dunque, per Lecce, a neanche due anni dalle ultime amministrative, si prospetta il ritorno alle urne già il prossimo 26 maggio.

 

 

Altri articoli di "Politica"
Politica
22/01/2019
L’annuncio è arrivato dalla bocca del ...
Politica
22/01/2019
L’indicazione delle primarie fra un mese provoca le ...
Politica
22/01/2019
Il presidente della Provincia di Lecce parteciperà ...
Politica
21/01/2019
L’ex assessore all’Ambiente conferma la ...
Dopo l’anticipazione dei mesi scorsi, finalmente sono stati pubblicati ieri sul sito del Ministero della Salute i ...
clicca qui