Un "Presepe di anime e Terre" all'Ipogeo Bacile a Spongano

mercoledì 19 dicembre 2018

Domani l’inaugurazione di un presepe molto particolare, che sarà visitabile fino al 13 gennaio 2019.

L’idea di fare un Presepe fatto di immagini fotografiche e atmosfere sonore è di Fabio Bacile di Castiglione, scrittore e anima dell’ipogeo Bacile, affidando le immagini a Francesco Congedo, fotoreporter, le atmosfere sonore a Giovanni Corvaglia, musicista elettronico, che ha curato anche l’allestimento e la Direzione Artistica.

In corso d’opera si è unito anche Gabriele Pici, scultore della Pietra Leccese, che contribuisce all’atmosfera con le sue sculture luminose. L’intenzione è di costruire un presepe che sia soprattutto un momento di riflessione sul valore e il significato profondo della natività e sull’amore, per questo è un presepe ricco di contenuti che con la Direzione artistica di Corvaglia diventa anche un percorso emozionale.

Il risultato è un’opera d’arte fatta di cinque elementi: 1) il tema della Natività, nucleo centrale degli altri quattro elementi; 2) l’ipogeo stesso, uno spazio che evoca suggestioni antiche; 3) gli attimi di vita colti da Francesco Congedo nelle sue fotografie e che ben rappresentano il tema della natività; 4) le sculture luminose di Gabriele Pici che nelle sue forme si ispira alla natura; 5) le atmosfere sonore di Corvaglia che amalgama rendendo il tutto come un'unica Opera d’Arte. Suoni e Visioni.

Inaugurazione giovedì 20 dicembre, alle ore 18.

Aperto fino al 13 gennaio 2019, dalle ore 18 alle 20.

 

Altri articoli di "Arte e archeologia"
Arte e archeologi..
15/01/2019
Per la rassegna Mestolo con Passaporto, ospite ...
Arte e archeologi..
15/01/2019
La scadenza per presentare domanda di partecipazione ...
Arte e archeologi..
21/12/2018
La mostra sarà inaugurata il 28 dicembre e si ...
Arte e archeologi..
20/12/2018
S’intitola “Giorgio Castriota Scanderbeg. Un eroe albanese in Puglia” ...
Il melanoma si può sconfiggere con una buona prevenzione. Nel reparto di Chirurgia plastica del Fazzi si ...
clicca qui