Un "Presepe di anime e Terre" all'Ipogeo Bacile a Spongano

mercoledì 19 dicembre 2018

Domani l’inaugurazione di un presepe molto particolare, che sarà visitabile fino al 13 gennaio 2019.

L’idea di fare un Presepe fatto di immagini fotografiche e atmosfere sonore è di Fabio Bacile di Castiglione, scrittore e anima dell’ipogeo Bacile, affidando le immagini a Francesco Congedo, fotoreporter, le atmosfere sonore a Giovanni Corvaglia, musicista elettronico, che ha curato anche l’allestimento e la Direzione Artistica.

In corso d’opera si è unito anche Gabriele Pici, scultore della Pietra Leccese, che contribuisce all’atmosfera con le sue sculture luminose. L’intenzione è di costruire un presepe che sia soprattutto un momento di riflessione sul valore e il significato profondo della natività e sull’amore, per questo è un presepe ricco di contenuti che con la Direzione artistica di Corvaglia diventa anche un percorso emozionale.

Il risultato è un’opera d’arte fatta di cinque elementi: 1) il tema della Natività, nucleo centrale degli altri quattro elementi; 2) l’ipogeo stesso, uno spazio che evoca suggestioni antiche; 3) gli attimi di vita colti da Francesco Congedo nelle sue fotografie e che ben rappresentano il tema della natività; 4) le sculture luminose di Gabriele Pici che nelle sue forme si ispira alla natura; 5) le atmosfere sonore di Corvaglia che amalgama rendendo il tutto come un'unica Opera d’Arte. Suoni e Visioni.

Inaugurazione giovedì 20 dicembre, alle ore 18.

Aperto fino al 13 gennaio 2019, dalle ore 18 alle 20.

 

Altri articoli di "Cultura"
Cultura
22/01/2019
L’annuncio è arrivato dalla bocca del ...
Cultura
21/01/2019
Al Cineporto reading e musica mercoledì 23 gennaio ...
Cultura
16/01/2019
Domani appuntamento con Book Parade: “6 voci per ...
Cultura
12/01/2019
A Nardò, domani, un incontro alla chiesa di Santa ...
Dopo l’anticipazione dei mesi scorsi, finalmente sono stati pubblicati ieri sul sito del Ministero della Salute i ...
clicca qui