Un albero di Natale dai rifiuti abbandonati: a Torre Chianca una lezione di civiltà

giovedì 13 dicembre 2018
L'albero è stato realizzato dalle associazioni della marina riutilizzando gli pneumatici abbandonati. 

Un albero di Natale bello due volte. Non solo perchè è il frutto dell'impegno delle associazioni di Torre Chianca, ma anche perché è stato realizzato recuperando gli pneumatici che gli incivili di turno avevano abbandonato nella marina. Ora fa bella mostra di sè a Torre Chianca, monito e lezione di civiltà anche per chi ancora non comprende quanto l'ambiente sia un bene comune da tutelare. Le luci si sono accese ieri sera, 12 dicembre, alla presenza degli Assessori Rita Miglietta, Paolo Foresio e Sergio Signore.

L'azione delle associazioni, impegnate da tempo per il recupero della marina alle porte di Lecce, dall'enorme potenziale ma anche vessata da problemi atavici di incuria, è piaciuta anche all'amministrazione Salvemini. Commenta difatti l'assessora Rita Miglietta del Comune di Lecce sul suo profilo Facebook:
"L'albero di Torre Chianca è differente" scrive. "Hanno raccolto per strada gli pneumatici abbandonati, li hanno lavati e riusati. Ieri sera quando abbiamo acceso l'albero pensavo che non è solo un albero di Natale, ma anche un messaggio rivolto a tutti quei gesti di inciviltà che si alimentano di bruttezza ed egoismo: sta lì, sulla strada, a ricordare agli autori di quei gesti che i cittadini attivi ci sono e sono forti. Grazie alla Rete delle Associazioni di Torre Chianca!"
 

"L'Albero del Riuso" spiegano le associazioni,  "realizzato con materiale di riciclo e pneumatici usati e abbandonati, raccolti nelle campagne della marina, vuole lanciare un messaggio importante: Riciclare è meglio che inquinare! "

Da un materiale simbolo dell'inquinamento, i volontari delle 7 associazioni che compongono la Rete (ATA-PC LECCE, COA, ENDAS, ENPA, Il Nodo Fatato, NOGRA e Pro Loco di Torre Chianca) hanno dato vita al simbolo principe della rinascita: il Natale. "Che questo albero sia di buon auspicio per la rinascita di Torre Chianca!" aggiungono. "Questo singolare Albero di Natale è stato dedicato a William, il piccolo di 7 anni, figlio del Presidente di una delle Associazioni della Rete, che in questi mesi sta attraversando un periodo delicato per la sua salute".

Al termine delle festività natalizie, l'Albero sarà collocato presso la sede della Rete di Associazioni, a Torre Chianca, e gli verrà data una nuova vita, diventerà infatti l'Albero della Biodiversità. Su di esso verranno collocate immagini tipiche di tutta la biodiversità presente sul territorio della marina.

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
16/01/2019
I dati di Arpa confermano la presenza della sostanza in ...
Ambiente
16/01/2019
I cittadini residenti a Maglie potranno firmare recandosi ...
Ambiente
15/01/2019
A distanza di una settimana la struttura non ha riaperto, ...
Ambiente
14/01/2019
I membri del comitato Salvaguardia Salute Cittadini ...
Il melanoma si può sconfiggere con una buona prevenzione. Nel reparto di Chirurgia plastica del Fazzi si ...
clicca qui