Progetto "Salento-Libano" a Martignano per celebrare 30 anni di cooperazione

martedì 11 dicembre 2018

Iniziano le iniziative organizzate dal Comune di Martignano per celebrare i trent’anni di cooperazione decentrata con il Libano e il Comune di Kfar Matta.

Stasera, alle ore 18, nella casa comunale di Martignano, alla presenza dell’ambasciatrice del Libano in Italia, Mira Daher e dell’assessore regionale al Lavoro e formazione, Sebastiano Leo, verrà inaugurata la mostra fotografica “Salento-Libano”, che ripercorre attraverso le immagini gli innumerevoli progetti realizzati nel Paese dei Cedri.

A seguire, si terrà nella sala consiliare, un incontro pubblico sul tema: “Kafar Matta-Martignano: due popoli un solo cuore”, teso a fare il punto sulla cooperazione decentrata in atto tra la comunità di Martignano e quella di Kafar Matta che ha consentito, nel corso degli anni, la costruzione in territorio libanese, di un centro polivalente, di un frantoio oleario, di due impianti sportivi.

Martedì 12 dicembre, alle ore 10,30, ad Alessano ci sarà un incontro tra l’ambasciatrice Daher, il sindaco di Alessano, Francesca Torsello, e i responsabili della Fondazione “Don Tonino Bello” per rinsaldare i rapporti di collaborazione tra i Salento e il Libano, che seguono la costruzione nel comune libanese di Taalabaya di un impianto sportivo polivalente, intitolato a don Tonino Bello.

La delegazione del Comune di Martignano e quella libanese composta dall’ambasciatrice Mira Daher e da Talal Khrais, giornalista della stampa estera, proseguirà alle ore 15 a palazzo Adorno, con l’incontro del presidente della Provincia di Lecce, Stefano Minerva e a seguire in prefettura con il Prefetto di Lecce Maria Rosaria Cucinotta.

Tutte le iniziative di cooperazione decentrata tra Martignano e il Libano ebbero inizio nel lontano 1989, allorquando, con un apposito protocollo d’intesa, siglato il 29 dicembre, l’allora sindaco di Martignano, Luigino Sergio e l’allora Sindaco di Kafar Matta, Fuad Kaddaj, decisero il gemellaggio tra il Comune di Martignano e quello libanese di Kafar Matta, teso a «rafforzare l’impegno delle due popolazioni amiche verso il raggiungimento di finalità fondamentali che ne ispirano la concezione di vita e di sviluppo nella libertà e nella democrazia; nella conquista della pace e nella sua salvaguardia.

 

 

Altri articoli di "Cultura"
Cultura
16/01/2019
Domani appuntamento con Book Parade: “6 voci per ...
Cultura
12/01/2019
A Nardò, domani, un incontro alla chiesa di Santa ...
Cultura
08/01/2019
È stata presentata in conferenza stampa la nuova ...
Cultura
08/01/2019
Bilancio positivo per il “sistema” dei musei della città. Alla rete ...
In ogni fase della crescita di un bambino il gioco è fondamentale: il contatto con mamma e papà, le ...
clicca qui