Paura sulle strade salentine, 5 incidenti in poche ore: coppia in ospedale, grave centauro

domenica 9 dicembre 2018

Tra ieri sera e questa mattina, diversi i sinistri sulle strade salentine, tre dei quali particolarmente gravi.

Paura sulle strade salentine, dove nel giro di poche ore, tra ieri sera e stamattina, si sono consumati cinque terribili incidenti: il più grave, l’ultimo in ordine di tempo, avvenuto sulla provinciale che unisce Veglie e Porto Cesareo, con uno sfortunato 38enne, originario di Salice Salentino, condotto in codice rosso al “Fazzi”, dopo lo scontro tra la sua moto e un’auto.

Il primo sinistro è stato uno scontro frontale tra due auto, avvenuto ieri sera a San Cesario, lungo la provinciale 362, dove una Toyota Rav 4 sui cui viaggiava una coppia, si è scontrata con una Bmw, guidata da un uomo: terribile l’impatto. Sul posto, i sanitari del 118 che hanno trasferito marito e moglie, rispettivamente di 68 e 53 anni, al “Fazzi” di Lecce, e i carabinieri per i rilievi del caso e la ricostruzione della dinamica. I due coniugi sono ricoverati in prognosi riservata.

Un secondo incidente si è verificato sempre ieri, a Morciano di Leuca, dove una Renault si è schiantata contro un palo dell’illuminazione. Il 27enne alla guida è stato soccorso e condotto al “Ferrari” di Tricase, dove i test hanno dimostrato che avesse un tasso alcolico nel sangue più alto del consentito.

Due incidenti, fortunatamente non gravi, si sono verificati ieri sera anche a Lecce, il primo in via Monteroni, nei pressi della rotatoria d’ingresso del “Campus Ecotekne”, il secondo in viale Japigia/via Benedetto Croce. Sul posto, in entrambi i casi, sono intervenuti il 118 e gli agenti della polizia municipale. 

Il quinto incidente, stamattina, con un centauro, scontratosi in circostanze ancora da chiarire, mentre era a bordo della sua moto, con una Panda condotta da un uomo di Leverano, sulla provinciale 113: è stato proprio il 38enne in moto a riportare la peggio. Immediatamente dopo l'impatto è sopraggiunto un gruppo di motociclisti dell'associazione Le Aquile di Squinzano impegnati in una consueta uscita sociale: dopo essersi accertati dello stato di coscienza del motociclista ferito, si sono suddivisi i compiti che la situazione richiedeva. Alcuni hanno chiamato i soccorsi provvedendo ad assistire il ferito fino all'arrivo del 118, mentre altri hanno gestito il traffico a senso alternato fino all'arrivo della polizia municipale di Porto Cesareo.

Una volta sul posto, i sanitari del 118 hanno prestato le prime cure in loco al ferito, caricandolo a bordo di un'ambulanza e trasferendolo alla volta dell'ospedale leccese in codice rosso. I motociclisti accorsi hanno, quindi, lasciato la gestione della situazione alle due agenti della polizia municipale, riprendendo il giro programmato. Successivamente sono intervenuti anche i carabinieri per i rilievi. 

 
Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
17/01/2019
L’episodio nel pomeriggio di ieri, nel carcere di ...
Cronaca
17/01/2019
Vertice questa mattina in Prefettura alla presenza di ...
Cronaca
17/01/2019
La ragazza di Specchia scomparve nel nulla dodici anni fa a ...
Cronaca
17/01/2019
Si erano conosciuti durante una vacanza in Salento: lui, ...
In ogni fase della crescita di un bambino il gioco è fondamentale: il contatto con mamma e papà, le ...
clicca qui