Magia La Mantia: il Lecce espugna Carpi nel segno di Ciro e Michele

domenica 2 dicembre 2018

La Mantia sblocca la partita nel momento dedicato a l ricordo di Ciro e Michele, scomparsi 35 anni fa. Gara sofferta dall'inizio alla fine ma vittoria meritata. Ora il Palermo capolista è soltanto un punto sopra. 

E’ stato come giocare in casa per il Lecce che, spinto da circa tremila tifosi giallorossi (praticamente il doppio rispetto ai locali), ha battuto il Carpi 0-1 grazie a un gran gol di La Mantia. Una vittoria strappata con i denti, visto che dopo il grande inizio i ragazzi di Liverani hanno sofferto il rientro in gara dei combattivi emiliani, resistendo con grande ardore agonistico. La vittoria lancia i salentini al secondo posto, a un solo punto dal Palermo capolista.

Il Lecce è schierato in campo col classico 4-3-1-2 da mister Liverani, che preferisce Armellino al rientrante Tabanelli. Risponde Castori che per controllare le avanzate ospiti punta su un quadrato 4-4-1-1 che vede in Concas la spalla del centravanti di peso Mokulu. La partenza dei giallorossi è di quelle di gran carriera, e gli emiliani sono messi subito a dura prova. In particolare il portiere Colombi, che al quinto è costretto a mandare in angolo il destro a giro di Armellino per poi ripetersi pochi secondi più tardi su un ancor più insidioso terra-aria di Scavone dal limite. Più pretenzioso il tentativo al nono griffato Mancosu: destro potente dai trenta metri e palla sul fondo di un paio di metri. Col passare dei minuti i biancorossi prendono le misure a Mancosu e compagni, che in questo frangente faticano a farsi vedere pericolosamente in avanti. Al 29′ arriva così il primo tentativo offensivo di marca carpigiana con Concas, che spara alto da posizione centrale. Nel momento di maggiore stallo del match, ecco al trentaseiesimo il gol del vantaggio giallorosso: Falco converge al centro e lascia partire un traversone a rientrare tagliato che, allungato dal colpo di testa di Armellino, trova l’inserimento al bacio di La Mantia il cui mancino al volo è imparabile per Colombi. A cinque minuti dall’intervallo altra bella combinazione tra Falco e Armellino, ma stavolta il tentativo in inserimento del centrocampista è stoppato dal tackle decisivo di Poli. Carpi nervoso nel finale di tempo, con due ammonizioni per brutti falli di Jelenic e Pasciuti poco prima dell’intervallo.

Nella ripresa, complice l’ingresso di Arrighini per Piscitella, il Carpi alza il proprio raggio d’azione. Al 47′ Concas riceve la sponda di Mokulu e calci in drop, trovando la pronta risposta di Vigorito. Gli emiliani insistono e dopo un altro minuto sempre la punta offre al 7 biancorosso la palla del pari, che il trequartista vanifica sparacchiando alto da ottima posizione. Il Lecce resiste all’avvio sprint di secondo tempo da parte degli avversari e si riaffaccia in avanti al minuto cinquantasei con un colpo di testa di Armellino su punizione di Falco parato da Colombi. Al 69′ sberla da fuori di Mancosu: l’incrocio dei pali non è lontano, ma la palla si perde in curva. Nell’ultima parte del match i giallorossi arretrano il proprio baricentro, non subendo particolarmente la verve locale e al contempo non risultando in grado di colpire in contropiede. Il Carpi ci prova così sui calci da fermo, come all’ottantaquattresimo quando su corner di Manchach il colpo di testa di Concas va fuori di pochissimo. E’ l’ultima palla da rete del match, visto che nei dieci minuti finali il Lecce controlla senza patemi e porta a casa i tre punti.

I giallorossi torneranno in campo sabato prossimo alle 15 al Via del Mare ospitando il Perugia. 

Altri articoli di "Calcio"
Calcio
14/12/2018
I biglietti per la trasferta di campionato a Brescia saranno consentiti per i residenti ...
Calcio
09/12/2018
Il tecnico sottolinea pregi e difetti dei suoi: "Bravi ...
Calcio
08/12/2018
Equilibrio e sofferenza per i giallorossi che riescono a ...
Calcio
07/12/2018
Un nuovo appello ai tifosi per mettere un freno ...
Intervista al dottor Antonio Scollato, direttore responsabile del reparto di Neurochirurgia dell’ospedale di ...
clicca qui