Tap, Codacons annuncia ricorso al Tar

domenica 2 dicembre 2018
Il presidente dell'associazione dei consumatori Carlo Rienzi. 

Codacons ha deciso di presentare ricorso al Tar contro il gasdotto Tap. Lo ha fatto sapere il presidente nazionale dell'associazione dei consumatori Carlo Rienzi che ha deciso così di dare seguito alle “Richieste di intervento ricevute da numerosi cittadini pugliesi e dai comitati locali”. Alla base dell’iniziativa legale dell’associazione, “i rischi legati alla cementificazione, all’inquinamento e ai danni all’ambiente, senza dubbio più elevati rispetto ai benefici economici che il gasdotto potrà determinare, e la mancata partecipazione dei cittadini al procedimento amministrativo che ha dato il via libera all’opera, in spregio dei principi democratici del nostro paese”.

“E’ evidente che sulla Puglia – attacca Carlo Rienzi – l’attività del M5S è stata totalmente fallimentare, e sta ricevendo la netta bocciatura della popolazione Dopo anni di promesse e di urla da parte del Movimento, l’ambiente in regione viene letteralmente svenduto, con gravi rischi per il territorio. Per tale motivo e accogliendo le richieste d’aiuto giunte da cittadini e comitati pugliesi abbiamo deciso di ricorrere al Tar chiedendo la sospensione dei lavori di realizzazione della Tap, che comprometteranno in modo irreversibile una delle zone paesaggisticamente più belle d’Italia: il Salento. Ricorso che verrà sottoposto ai comitati e ai soggetti locali interessati per una valutazione condivisa con il team di legali ed esperti ambientali del Codacons”.

Altri articoli di "Ambiente"
Ambiente
10/12/2018
Comune, Museo della preistoria e Soprintendenza al lavoro ...
Ambiente
09/12/2018
Appuntamento mercoledì prossimo su richiesta del ...
Ambiente
07/12/2018
Micro fotocamere mimetiche, videocamere in alta ...
Ambiente
07/12/2018
L'associazione ha depositato la richiesta riguardante l'inchiesta sui presunti illeciti ...
L’Organizzazione Mondiale della Sanità avvisa: l’abuso di antibiotici ha prodotto ceppi di batteri ...
clicca qui