Pd, Minniti si candida a segretario e "gela" Bellanova: "Ticket con lei? Non è all'ordine del giorno"

domenica 18 novembre 2018

L’ex ministro degli Interni ha annunciato la propria candidatura, ma nella trasmissione di Lucia Annunziata mette in discussione il ticket di cui si discute con la salentina Bellanova per la segreteria.

L’ex ministro degli Interni, Marco Minniti, ha annunciato dalle pagine di La Repubblica la propria candidatura alla segreteria del Partito Democratico: una scelta nell’aria, caldeggiata dall’ala renziana del partito e sostenuta da 551 sindaci del Pd e probabilmente (anche se non c’è ancora conferma) da un centinaio di parlamentari.

Poi, nel pomeriggio, si è presentato davanti agli schermi televisivi, nella trasmissione “Mezz’ora in più” di Lucia Annunziata, per trattare i temi della sua futura campagna congressuale. Alla domanda della giornalista sulla ipotesi, filtrata nei giorni scorsi e rimarcata anche stamattina dalla stampa nazionale, su un ticket con la parlamentare salentina ed ex viceministra allo Sviluppo Economico, Teresa Bellanova, Mnniti, però, ha tentato di smarcarsi dichiarando più volte che “il tema non è all’ordine del giorno”.

Ha poi elogiato la figura della parlamentare salentina, precisando che occorra separare la persona da questa valutazione politica. Incalzato dalla conduttrice che gli chiedeva di non usare un linguaggio da “Ministero degli Interni” e di dire chiaramente se il ticket si farà o meno, il neo candidato alla segreteria ha replicato che probabilmente non si farà. Strategia precongressuale o scelta di autonomia rispetto a chi lo inquadra come “candidato di Renzi?”

Altri articoli di "Tv/Radio"
Tv/Radio
12/03/2019
Ripartono le Selezioni Ufficiali per partecipare all’edizione numero 16 del Grande ...
Tv/Radio
02/03/2019
Le riprese sono in programma per tutto il mese di marzo e ...
Tv/Radio
14/02/2019
La sorella della ragazza scomparsa nel nulla parla per la ...
Tv/Radio
14/02/2019
Il Grande Fratello alla ricerca di nuovi concorrenti: ...
La tomografia computerizzata coronarica ha fatto molti passi in avanti, ma il problema è affidarsi a macchinari ...
clicca qui