Weekend invernale: vento da Nord, crollo delle temperature

venerdì 16 novembre 2018

Tra venerdì e domenica temperature sotto la media, venti tesi e piogge sparse. Ma già da lunedì le temperature saranno in rialzo col ritorno dello scirocco.

EVOLUZIONE Nel fine settimana il campo anticiclonico presente sull'Italia si indebolirà spostando il suo baricentro sul nord Europa: una massa d'aria fredda di origine artica potrà quindi scorrere sul bordo orientale dell'alta pressione facendo il suo ingresso nel mediterraneo investendo l'Italia e anche le nostre regioni.

Si tratterà del primo assaggio invernale per il nostro Paese: su Puglia e Basilicata l'afflusso di aria più fredda determinerà un netta diminuzione delle temperature con venti tesi di quadranti nord-orientali e tempo instabile. 

All'inizio della nuova settimana, invece, arriverà sull'Europa un secondo e più intenso nucleo di aria fredda, sempre di origine artica, che però avrà una traiettoria più settentrionale investendo Europa centrale e nord Italia: l'interazione con una depressione atlantica attiverà un intenso richiamo mite meridionale che porterà un sensibile rialzo termico già a partire da lunedì.

Su Puglia e Basilicata sarà quindi il primo weekend dal sapore più invernale con temperature sotto la media, venti di grecale e piogge sparse.

La situaizone sull'Europa nel weekend: sull'Italia arriverà aria fredda dai Balcani mentre sulla Russia si prepara un secondo nucleo gelido. Intanto sulla Spagna resta aperta la porta atlantica che invierà impulsi instabili verso il Mediterraneo.

PRIMO FREDDO Per 2-3 giorni avremo quindi un clima semi-invernale: le temperature scenderanno anche di 6-8 gradi rispetto ai valori degli ultimi giorni finendo sotto la media stagionale. Le massime non supereranno i 13-14 gradi anche su pianure e coste mentre avremo minime a una cifra nell'entroterra e in collina mentre registreremo i primi valori sottozero in montagna. I venti saranno moderati dai quadranti nord-orientali (levante-grecale).

PIOGGE Il tempo risulterà generalmente instabile: non avremo precipitazioni estese ed organizzate ma piogge e rovesci irregolari e a carattere sparso grazie all'instabilità marittima, in particolare nelle giornate di venerdì e sabato e soprattutto sulla Puglia.

Potrebbe fare eccezione solamente il Salento dove sono attesi i fenomeni più significativi con locali temporali. Meno esposta, invece, la Basilicata dove in caso di precipitazioni potrebbe nevicare oltre  1300-1400 metri di quota (più probabili sui rilievi più meridionali)

RIALZO TERMICO L'assaggio invernale sarà comunque breve. Già da lunedì, infatti, i venti di grecale saranno sostituiti da quelli di scirocco con temperature in sensibile aumento. Tuttavia il tempo resterà fortemente instabile o a tratti perturbato con possibilità di nuove piogge.

MeteOne 

 

Altri articoli di "Meteo"
Meteo
20/05/2019
 Il mese di maggio non ha alcuna intenzione di mostrare segnali di stabilità ...
Meteo
19/05/2019
 Poco nuvoloso al primissimo mattino sul basso ...
Meteo
16/05/2019
La situazione non accenna a migliorare, anzi è in peggioramento. Infatti, lo ...
Meteo
15/05/2019
 Un nuovo impulso di aria fredda dal nord Europa è giunto nel corso della ...
Oggi, grazie all’intervento del dottor Alessandro D’Amelio, parliamo di un esame che che qualcuno ...
clicca qui