Un "cyber-jewel" per robot Sophia: l'androide debutta con i gioielli di Futuro Remoto

giovedì 15 novembre 2018
Il salentino Gianni De Benedittis, orafo e stilista di Futuro Remoto, ha firmato il gioiello dell'androide Sophia: debutto al  Simposio di Geopolitica del Digitale di Roma.

Debutto italiano in abito Gattinoni e gioielli di Futuro Remoto per la robot Sophia, ospite d'onore del Simposio di Geopolitica del Digitale che si è svolto a Roma. L'androide, inquitante per quanto somigliante ad un essere umano, ha indossato gioielli e abiti da gran galà per l'occasione. A immaginare e realizzare un cyber-jewel degno della robot ci ha pensato un orafo e stilista leccese, Gianni De Benedittis, che - manco a dirlo - è fondatore di un brand perfettamente in tema: Futuro Remoto. La modella ha difatti potuto sfoggiare un collier futuristico realizzato con un intreccio di fili in argento brunito e pietre preziose.
La robot Sophia, creata nel 2015 dalla compagnia di Hong Kong Hanson Robotics, ha le sembianze dell'attrice Audrey Hepburne, per quanto bionda e con occhi azzurri. Invitata nei salotti televisivi di tutto il mondo dove risponde alle interviste, ha difatti la capacità di parlare, nel simposio italiano è stata intervista da Neri Marcorè.

Foto Ansa
Altri articoli di "Curiosità"
Curiosità
17/04/2019
Il maitre di Osteria degli Spiriti si è aggiudicato il primo posto nella ...
Curiosità
16/04/2019
La coppia aveva partecipato a un contest lanciato dal cantante, con in palio la ...
Curiosità
16/04/2019
L’ingegnere galatonese ha realizzato nella sua vita ...
Curiosità
08/04/2019
Il film si chiama “Chiudi gli occhi e vola”. La pilota salentina ...
Non tutto il cioccolato fa male: quello «extra dark» è un prodotto che fa bene alla bellezza e alla ...
clicca qui