Comdata chiarisce: “Normale conclusione dei rapporti di lavoro stagionali”

mercoledì 7 novembre 2018
L'azienda sottolinea che la scelta di tutti gli operatori del mercato dei call center di operare anche con rapporti di lavoro in somministrazione è legata alle caratteristiche tipiche del settore.

La chiusura del trattamento di rapporto di lavoro con 180 operatori stagionali è stata un normale fonomeno di stagionalità. Lo conferma, in un comunicato, il provider nazionale, su quanto accaduto al Contact Center di Lecce.

La filiale leccese occupa oggi circa 1300 lavoratori con contratto di lavoro a tempo indeterminato che hanno iniziato la loro collaborazione con il gruppo attraverso contratti di somministrazione: “Negli ultimi 3 anni, sono stati stabilizzati oltre 350 lavoratori cui si aggiungeranno ulteriori 120 lavoratori che saranno assunti a tempi indeterminato entro la fine dell’anno attingendo al bacino degli attuali lavoratori in somministrazione di cui 40 che hanno cessato la collaborazione nei mesi scorsi”.

Comdata sottolinea che la scelta di tutti gli operatori del mercato dei call center di operare anche con rapporti di lavoro in somministrazione è legata alle caratteristiche tipiche del settore che presenta grande variabilità dei flussi di chiamate nel tempo accentuata da specifici fenomeni di stagionalità: “Nello specifico di Comdata sul sito di Lecce i fenomeni della stagionalità hanno portato a non confermare, alla scadenza prevista e comunicata, di 188 lavoratori”

Altri articoli di "Economia e lavoro"
Economia e lavoro
18/11/2018
Pronti tre bandi a sostegno del settore: dal recupero di antichi sistemi di pesca allo ...
Economia e lavoro
16/11/2018
L'incontro ieri a Palazzo Carafa, confermato lo sciopero ...
Economia e lavoro
16/11/2018
Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil sono stati ...
Economia e lavoro
16/11/2018
Sbarca a Lecce un Ikea point: assistenza per progettazioni e acquisti online. Sorpresa ...
 Il 7 novembre il professor Alberto Mantovani, uno dei più importanti scienziati immunologi e oncologi ...
clicca qui