Case popolari, duro affondo dell'assessore Mignone contro "furbetti" e morosi

venerdì 12 ottobre 2018

L’assessore all’Ambiente del Comune di Lecce chiede che sia fatta piazza pulita: “Chi paga non può essere penalizzato da chi non rispetta le regole”.

Una presa di posizione contro gli abusivi e i morosi delle case popolari: a prenderla con forza è l’assessore leccese all’Ambiente, Carlo Mignone, che dal suo profilo Facebook, chiede che si faccia piazza pulizia dei “furbetti”. Nel testo si legge: “Ma quindi qualcuno mi spieghi: chi ha in assegnazione oppure occupa una casa popolare può tranquillamente non pagare per anni i servizi ed i canoni di locazione avendo diritto evidentemente a non essere sfrattato, mentre chi paga regolarmente, pur facendo enormi sacrifici, deve subire per colpa della proprietà e dei morosi di rimanere senza acqua, luce, ascensore e servizi vari?”

“E questo – insiste - sarebbe un paese civile? Sono anni che in questo paese esiste solo la legge del più furbo anche perché i più furbi sono seduti ai piani alti”.

“Liberate – conclude - le case dai furbetti e da chi per anni ha fatto le orecchie da mercante avendo il culo coperto e vedrete le graduatorie finalmente come incominceranno a scorrere”.

Altri articoli di "Politica"
Politica
13/12/2018
Il ministro dell'Interno in visita in Israele ha ribadito ...
Politica
13/12/2018
Per il consigliere regionale il dissenso espresso dai ...
Politica
13/12/2018
Il consigliere di opposizione interviene ...
Politica
13/12/2018
La giunta comunale ha approvato oggi il progetto definitivo ...
È il parere di Mauro Minelli, immunologo che stronca gli esami fatti nelle farmacie o nelle erboristerie: ...
clicca qui