Tremila metri di rete da posta e 4 kg di pesce: scatta sequestro ad Otranto

venerdì 12 ottobre 2018

I militari della Guardia costiera sono intervenuti nella zona Mulino d’Acqua e Laghi Alimini.

I militari della Guardia costiera di Otranto hanno proceduto, ieri sera, al sequestro penale di tremila metri di rete tipo “da posta” nelle zone di mare prospicienti le località “Mulino d’Acqua” e “Laghi Alimini”.

La motovedetta 768, dipendente dall’ufficio marittimo, ha verificato come l’attrezzo, utilizzato verosimilmente da pescatori di frodo, non era stato segnalato secondo le norme del codice della navigazione e le vigenti disposizioni in materia di pesca marittima.

Insieme all’attrezzatura da pesca, sono stati sequestrati circa quattro chilogrammi di prodotto ittico vario che, dopo essere stato dichiarato idoneo al consumo umano da parte del servizio veterinario dell’Asl Lecce, veniva donato in beneficenza alla Misericordia onlus di Otranto.

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
17/10/2018
L'incidente questa mattina poco dopo le 10. Almeno tre i ...
Cronaca
16/10/2018
L'operazione "I soliti sospetti" si è ...
Cronaca
16/10/2018
È stato arrestato nell’ambito ...
Cronaca
16/10/2018
Il provvedimento della Asl di Lecce nei confronti del dirigente dell'Unità ...
L’influenza ogni anno costa alle casse dello Stato 10 miliardi di euro. Intervista al responsabile Igiene e ...
clicca qui