Caldo nel weekend: nuova perturbazione a inizio settimana

venerdì 12 ottobre 2018

Nel fine settimana ampio spazio per il sole con scarse possibilità di piogge. Le temperature resteranno poco sopra della media con clima mite nelle ore centrali della giornata.

EVOLUZIONE Mentre un'intensa perturbazione atlantica investe i settori nord-occidentali della nostra penisola, sul resto dell'Italia staziona un promontorio anticiclonico che garantisce tempo più stabile e clima relativamente mite per il periodo. Sull'Europa orientale invece si conferma un vasto e forte campo di alta pressione.

Questa situazione perdurerà anche nel corso del weekend quando l'alta pressione si rafforzerà ulteriormente continuando a proteggere le nostre regioni dall'arrivo di nuove perturbazioni almeno fino a domenica. Avremo quindi tempo stabile e quasi totale assenza di piogge, clima mite nelle ore centrali e più fresco di sera con venti dai quadranti settentrionali.

Su Puglia e Basilicata sarà un fine settimana prevalentemente soleggiato con isolati acquazzoni pomeridiani mentre le temperature resteranno poco sopra la media.

NIENTE PIOGGE Per tutto il fine settimana ci sarà quindi ampio spazio per il sole concedi poco o irregolarmente nuvolosi. Davvero scarse le possibilità di precipitazioni, limitate a isolati e brevi acquazzoni pomeridiani sull' Appennino Lucano e sul settore Ionico Salentino, specialmente nella giornata di venerdì.

Le temperature non subiranno variazioni di rilievo restando nella media stagionale o leggermente sopra: le massime saranno comprese fra 18 e 25 gradi con punte più alte nell'entroterra pugliese e sul settore Ionico e valori meno accentuati lungo le coste adriatiche e soprattutto sull'appennino. Per tutto il weekend inoltre avremo venti deboli o a tratti anche moderati di maestrale/tramontana che si faranno sentire soprattutto sul basso Adriatico.

NUOVA PERTURBAZIONE? Il quadro meteorologico potrebbe iniziare a mutare all'inizio della nuova settimana quando il parziale cedimento dell'alta pressione potrebbe prima determinare una maggior instabilità e poi permettere l'ingresso nel Mediterraneo di una nuova perturbazione di origine atlantica la cui traiettoria è però ancora incerta.

MeteOne

Altri articoli di "Meteo"
Meteo
17/10/2018
Prospettive di 4 mesi di inverno freddo in Europa? Si tratta delle previsioni ...
Meteo
16/10/2018
Una circolazione di aria instabile in risalita dallo Ionio sta portando dei disturbi ...
Meteo
15/10/2018
Tra lunedì e mercoledì la circolazione ...
Meteo
14/10/2018
Tra lunedì e mercoledì una circolazione depressionaria centrata sulla ...
Elenchi non aggiornati nelle Asl e le lettere di convocazione per lo screening mammografico non arrivano: polemica in ...
clicca qui